Home / Attualità / Corigliano Rossano, Flavio Stasi apre l’era dei concorsi

Corigliano Rossano, Flavio Stasi apre l’era dei concorsi

Primi passi dell’Amministrazione verso la normalizzazione della macchina burocratica comunale

Flavio Stasi apre l’era dei concorsi al comune di Corigliano Rossano. Maestranze di varia natura e livello, compreso un uomo fidato che sarà alle dirette dipendenze del sindaco, della giunta e degli assessori. Un ufficio, insomma, di supporto all’organo di direzione politica che coadiuverà gli organo politici comunale e che sarà assunto con posizione economica D1 full-time, come recita la delibera di giunta approvata oggi (nella quale risulta assente il sindaco), che sarà ricoperto da Alfonso Arcovio.

Da sempre stretto collaboratore di Stasi, laureato in Giurisprudenza, Arcovio già nelle scorse settimane aveva iniziato ad affiancare il sindaco nelle sue sortite pubbliche, poi contestate dalle opposizioni per mancanza di un riconoscimento ufficiale che è giunto solo oggi.

Insieme ad Arcovio, l’amministrazione comunale sta aprendo i battenti del municipio a diverse figure che saranno individuate grazie a concorsi – mobilità da altri enti e pubblici – e che andranno a rimpinguare un ente sottodimensionato di almeno duecento unità in pianta organica, rispetto al fabbisogno.

Già “ingaggiati” invece, due esperti di progettazione europea, mentre tramite concorso pubblico saranno assunti otto agenti di polizia municipale, sei istruttori non direttivi (2 per l’area tecnica, 2 per la finanziaria e 2 per quella amministrativa). Nelle prossime settimane, ancora, sarà avviato il riciclo della maestranze e saranno innalzati a 32 ore tutti i part-time.

Sul fabbisogno del personale relativo al prossimo triennio, nei giorni scorsi il sindaco aveva spiegato come la delibera è stata frutto di un «confronto con le rappresentanze sindacali coinvolte prima di discutere e confezionare in giunta il piano di rimodulazione del personale che è destinato non soltanto a rafforzare la capacità della nuova macchina comunale di presa in carico, di risposta e di erogazione di servizi al cittadino in modo più efficace ed efficiente ma anche a riposizionare la stessa capacità progettuale degli uffici rispetto alle grandi opportunità dei finanziamenti comunitari, diretti ed indiretti. Mi riferisco alla previsione, anch’essa tra gli impegni assunti con la Città, di figure specializzate di euro-progettisti attraverso i quali dotare la Città di risorse umane e strumenti più efficaci nell’intercettare le ingenti risorse finanziarie messe a disposizione su scala nazionale ed europea; risorse strategiche per lo sviluppo futuro di Corigliano-Rossano e che non possiamo permetterci di non cogliere».
Sul sito internet del comune, ancora, è già possibile notare la pubblicazione dell’avviso pubblico per l’assunzione di un dirigente del Settore finanziario, da acquisire “via” mobilità da altro ente.

Questi, insomma, i primi passi dell’Amministrazione verso la normalizzazione della “neonata” terza città della Calabria che, come tutti i “pargoli”, ha bisogno di più attenzioni del previsto e certamente di una serenità che in certi versanti del tessuto sociale cittadino, quelli da sempre avversi alla vera rivoluzione sociale incarnata dalla fusione, sta tardando a diffondersi.

FONTE: CORRIERE DELLA CALABRIA: (https://www.corrieredellacalabria.it/regione/cosenza/jonio/item/205384-corigliano-rossano-stasi-apre-lera-dei-concorsi/)


Commenta

commenti