Home / Attualità / Corigliano Rossano, scuola: il sindaco Stasi e l’assessore Novellis visitano i plessi. Salutati dirigenti e alunni

Corigliano Rossano, scuola: il sindaco Stasi e l’assessore Novellis visitano i plessi. Salutati dirigenti e alunni

Corigliano Rossano Il Sindaco Flavio Stasi e l’assessore alla Città della Cultura e della Solidarietà Donatella Novellis in occasione dell’apertura dell’anno scolastico, oggi, lunedì 16, hanno incontrato Dirigenti scolastici, docenti ed alunni delle diverse comunità educanti di Corigliano-Rossano. Gli incontri nelle scuole proseguiranno e si concluderanno nella mattinata di domani, martedì 17.

Apprezzamento unanime hanno espresso i dirigenti scolastici per la visita del Primo Cittadino e dell’assessore e per l’approccio al confronto che sin dall’insediamento della Giunta si è subito instaurato tra istituzione e mondo della scuola.

Dalla Leonardo Da Vinci all’istituto d’istruzione superiore Ettore Majorana, dal Liceo Scientifico, Linguistico ed Artistico, all’Itas e l’Itc, dai comprensivi statali Roncalli e Carlo Levi, all’istituto comprensivo Alessandro Amarelli, nel territorio di Rossano. In quello di Corigliano il tour ha fatto tappa al Liceo Scientifico, all’istituto comprensivo Guidi, al plesso della Erodoto, Amerise e alla Vincenzo Tieri.

Dalla refezione al trasporto scolastico per bambini normodotati e diversamente abili partito oggi, lunedì 16 Settembre, per tutte le scuole cittadine. Dall’esigenza di maggiori spazi per ospitare attività laboratoriali, alla valorizzazione del patrimonio librario che fa di determinati istituti cittadini delle biblioteche di pregio. Dalla funzione che la Scuola ha anche di argine allo spopolamento dei centri storici fino all’assistenza agli alunni disabili, alla manutenzione straordinaria e ordinaria e all’esigenza di nuovi e più funzionali edifici scolastici. Sono, questi, alcuni degli argomenti e delle questioni principali sulle quali si sono confrontati il Sindaco Flavio Stasi e l’assessore alla Città della Cultura e della Solidarietà Donatella Novellis 


Commenta

commenti