Home / Breaking News / Corigliano Rossano: Polo sovranista, il ritorno del Tribunale passa per la fusione

Corigliano Rossano: Polo sovranista, il ritorno del Tribunale passa per la fusione

corigliano rossanoPer il ritorno del Tribunale di Rossano si ringrazino i cittadini che con il loro voto hanno sancito la nascita del nuovo comune Corigliano Rossano. A dichiararlo sono gli esponenti politici del ”Polo Sovranista”, Paolo Maria Lamenza, Rodolfo Alfieri e Giuseppe Antoniotti. Che indicano nella scelta fatta, a stragande maggioranza, la causa prima che potrebbe portare alla revisione, da parte del governo, della ”geografia giudiziaria”. Ovvero a riconsiderare i ”tagli” operati sul territorio che hanno comportato la soppressione del tribunale di Rossano. “La fusione dei due Comuni – spiegano – comporta, da parte della regione, alcuni adempimenti previsti da una legge regionale, ovvero un nuovo assetto del territorio.

Sulla base di tale mutata situazione la stessa Regione dovrebbe chiedere al governo, tramite il Ministro della Giustizia, di individuare i possibili rimedi correttivi alla riforma andata a regime nel 2012. Per assicurare ad un territorio, profondamente cambiato, la presenza di Uffici giudiziari di primo livello; alla stregua dell’ex Tribunale di Rossano. D’altro canto – sottolineano i rappresentanti politici del ”Polo” – la richiesta di revisione della ”geografia giudiziaria” a favore del ritorno del Tribunale sul nostro territorio, rientra nella logica del ”monitoraggio continuo” sugli effetti della riforma; cui si e’ riferito il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, in risposta ad un’interrogazione parlamentare del sen. Volpi della Lega.

CORIGLIANO ROSSANO, OTTENERE LA REVISIONE DELLA RIFORMA GIUDIZIARIA

Ora, aldilà di quanto si afferma nel contratto di governo sul proposito di ‘’rivedere la geografia giudiziaria’’ per riportare anche i tribunali ‘”vicino ai cittadini’”, tocca alla Regione appellarsi al Governo. Per quanto di sua competenza e per effetto del nuovo assetto territoriale, derivante dalla fusione dei due comuni. L’obiettivo è ottenere la revisione della riforma per il ritorno del Tribunale sul nostro Territorio. Sappiamo quanto sia alto il tasso delle inadempienze dell’attuale governo regionale guidato da Oliverio; per questo facciamo appello al Commissario dott. Domenico Bagnato. Affinché solleciti la regione a dare corso a quanto previsto dall’ordine del giorno; approvato all’unanimità’ dal Consiglio Regionale, insieme con la legge regionale che istituisce il nuovo Comune Corigliano Rossano.

Commenta

commenti