Home / Attualità / Corigliano-Rossano: nasce un laboratorio civico per la futura città

Corigliano-Rossano: nasce un laboratorio civico per la futura città

corigliano rossanoCon l’obiettivo di confrontarsi sulle questioni e le prospettive della nuova città, alcuni importanti movimenti della società civile di Corigliano-Rossano hanno avviato un percorso di discussione e condivisione con l’intento di costruire una rete civica in grado di dare voce ed offrire delle risposte alla nostra comunità. Basandosi sul confronto aperto rispetto alle prospettive ed alle questioni significative del territorio, e non su calcoli elettoralistici avulsi dai problemi della comunità, i movimenti Corigliano-RossanoPulita, Corigliano-Rossano Domani, Rossano Futura e Comitato Coriliani, stanno dando vita ad un progetto civico pronto ad affrontare la sfida della grande città dello ionio. Un progetto che poggia su poche ma chiarissime fondamenta, a partire da una: per costruire realmente una nuova città, per fare in modo che non resti soltanto sulla carta, c’è bisogno di cambiare radicalmente rotta, quindi di una classe dirigente nuova e libera.

Un’idea di città fortemente proiettata verso l’innovazione e lo sviluppo delle proprie vocazioni, ovvero sul grande patrimonio agricolo, sul turismo costiero e naturalistico, sulla difesa del territorio, sulla valorizzazione di due splendidi centri storici. Ma anche una città che ricostruisca un tessuto sociale oggi profondamente disgregato, con una distanza enorme tra istituzioni e famiglie (basti pensare ai disagi che stanno vivendo centinaia di famiglie rispetto ai servizi per la scuola). Infine una amministrazione trasparente ed una città realmente unita, in contrapposizione con piccoli e grandi campanilismi che ancora attraversano il territorio, che acquisisca l’autorevolezza per rivendicare i diritti della comunità, a partire dal diritto alla salute, alla mobilità, alla giustizia. Obiettivi impossibili da perseguire senza una profonda discontinuità con i modelli amministrativi del passato, che ci restituiscono purtroppo una città in profonda crisi in termini di servizi al cittadino, di supporto all’economia, di identità e comunità.

Si tratta di un progetto realmente civico che ha le sue profonde radici in anni di battaglie per la difesa del territorio e per la sua promozione: si pensi alla civile mobilitazione contro la trasformazione di Rossano e Corigliano (in particolare Bucita ed il Porto) nella piattaforma di smaltimento dei rifiuti della Provincia di Cosenza, ormai 4 anni fa, o alle battaglie per sanità, tribunale, ambiente eccetera. E si tratta soprattutto di un progetto aperto: tutti coloro i quali condividano l’esigenza di forte rinnovamento, che abbiano voglia di dare il proprio contributo disinteressato allo sviluppo ed alla faticosa realizzazione di questa idea di città, possono sentirsi coinvolti in questo Laboratorio. Riteniamo che la capacità di aggregazione sui contenuti, sul merito delle questioni, in un panorama politico frastagliato e quindi preda dei soliti “portatori di voti” (quasi mai limpidi), sia fondamentale per governare un territorio tanto grande e complesso. Ecco perché non ci interessano scorciatoie. Non ci interessano, cioè, accozzaglie informi o fredde sommatorie aritmetiche. La nostra città ed il nostro territorio, le sfide che ci attendono nei prossimi anni, meritano una classe dirigente nuova, coraggiosa, capace e coerente: questo è il progetto al quale stiamo lavorando, sul quale stiamo mettendo la faccia e che intendiamo continuare a costruire giorno per giorno.

fonte: comunicato stampa

Commenta

commenti