Home / Attualità / Corigliano Rossano, volontari del Frasso hanno ripulito area verde

Corigliano Rossano, volontari del Frasso hanno ripulito area verde

Appello al sindaco Stasi affinché attenzioni contenuti ed obiettivi del progetto SOFFIO VERDE, depositato nei mesi scorsi al Comune di Corigliano Rossano

Il Presidente dell’Associazione di Corigliano Rossano GOCCE NEL DESERTO Onlus Mario SMURRA ringrazia quanti insieme al sodalizio, nella prima settimana di giugno, si sono resi protagonisti dell’attività di pulizia delle aree verdi di contrada FRASSO e AMARELLI, all’ingresso dell’area urbana di ROSSANO.Tutela dell’ambiente, decoro e inoltre pulizia degli spazi comuni e manutenzione delle aree verdi, lo sforzo deve essere condiviso da tutti. Dai privati, dai semplici cittadini e dalle istituzioni. Lamentarsi ed essere spettatori passivi di quanto ci succede attorno, non può migliorare lo stato delle cose. Rimboccarsi le maniche e rendersi utili, sì”.

Dai volontari del Comitato FRASSO AMARELLI agli operatori della ECOROSS, fino ai privati cittadini che hanno collaborato al raggiungimento dell’obiettivo; rendere più decorosa la popolosa frazione rossanese.  Si tratta di un gesto – aggiunge – che vuole essere da esempio per l’intera CORIGLIANO ROSSANO. SMURRA coglie l’occasione per sottoporre all’attenzione della neo amministrazione comunale guidata dal Sindaco Flavio STASI, contenuti ed obiettivi del progetto SOFFIO VERDE, depositato nei mesi scorsi al Comune.

COINVOLGERE RAGAZZI DIVERSABILI, DETENUTI E ANZIANI PER FAVORIRE L’INCLUSIONE SOCIALE

Si tratta della realizzazione di un orto didattico da promuovere in partnership, tra gli altri, con la Casa circondariale di ROSSANO nonché la Condotta Slow Food POLLINO SIBARITIDE ARBERIA; inoltre di un parco giochi per disabili e normodotati in contrada DONNANNA; e ancora di garantire la pulizia costante del quartiere FRASSO AMARELLI. 12 mesi l’anno e a costo zero per il Comune. La proposta di GOCCE NEL DESERTO è quella di coinvolgere nei vari interventi ragazzi diversamente abili, detenuti e anziani per favorire l’inclusione sociale. L’obiettivo sotteso è quello di combattere fenomeni di discriminazione; in particolare favorendo processi di inclusione sociale e lavorativa per disabili, anziani ed ex detenuti ma anche migliorare il decoro urbano e sensibilizzare alla tutela e al rispetto dell’ambiente.


Commenta

commenti