Home / Attualità / Corigliano Rossano: Enel, pervenuta proposta ai due lavoratori

Corigliano Rossano: Enel, pervenuta proposta ai due lavoratori

Il Comune di Corigliano Rossano apprezza la disponibilità mostrata dalle parti per il dialogo che possa superare lo stallo

Enel, impiego dei due lavoratori fino alla fine dei lavori, prevista per la data del 31 luglio 2020. Sottoscrizione di un protocollo per garantire formazione e impiego maestranze locali nelle prossime lavorazioni, già progettate ed in fase di appalto da qui a pochi mesi. – Sono, queste, le proposte emerse dalla videoconferenza con i vertici dell’Enel svoltasi oggi (mercoledì 13).  – Demolizioni fino al 2023, impegno condiviso per un protocollo a tutela delle maestranze locali.

A dare notizia dell’esito del momento di confronto urgente richiesto ed ottenuto dall’Amministrazione Comunale con importante anticipo rispetto a quanto originariamente previsto, è l’assessore al lavoro Tatiana Novello che da due giorni sta svolgendo un’interrotta attività di mediazione.

Anche a nome del Sindaco Flavio Stasi, l’assessore ringrazia l’Enel per la disponibilità e la volontà di dialogo preservata in questa complicata trattativa, augurandosi che si possa arrivare presto ad una soluzione non provvisoria. Prima raggiunti telefonicamente poi invitati a scendere di persona, i lavoratori non hanno accettato le proposte.

Con i responsabili Enel (Evangelisti, Vinci, Sirianni, Cascella, Ballerini, quest’ultimo responsabile cantiere), il responsabile SAIT Mauro ed una rappresentanza sindacale dei lavoratori (Guido per la CGIL), si è condivisa come priorità la necessità di evitare problemi di sicurezza alla centrale, garantire il diritto al lavoro e l’incolumità dei lavoratori, considerando anche l’impiego di forze di polizia, vigili del fuoco e di un’ambulanza in un periodo di estrema necessità per l’emergenza Covid.

Si è concordato di rafforzare la partnership tra l’Azienda, le rappresentanze sindacali ed il territorio attraverso la sottoscrizione di un protocollo con l’Istituzione e le rappresentanze sindacali tutte per mettere a punto strumenti a garanzia del lavoratori.

L’obiettivo è quello di analizzare piani di committenza ed individuare e monitorare azioni di impiego di maestranze locali con particolare attenzione ai lavoratori storicizzati, la verifica di applicazione del piano energia e clima, oltre che l’organizzazione di corsi di formazione per adeguare le maestranze a nuove esigenze.


 

Commenta

commenti