Home / Attualità / Corigliano Rossano: diversamente abili, lunedì 25 parte colonia estiva

Corigliano Rossano: diversamente abili, lunedì 25 parte colonia estiva

corigliano rossanoTutto il mondo dell’associazionismo è chiamato ad aderire all’11esima edizione della Colonia Estiva organizzata dall’Associazione di Corigliano Rossano Gocce nel deserto onlus; in collaborazione con i colleghi volontari di Raggio di Sole. L’appello alla partecipazione a “Un’estate anche per noi”, al via il prossimo lunedì 25 giugno, lo fa il Presidente Mario Smurra. Sottolineando come sia necessario contribuire ad allargare il ventaglio di possibili servizi e risposte alle famiglie dei diversamente abili. Attraverso un sistema integrato, una rete, che metta insieme associazioni, competenze e professionalità acquisite sul campo; a supporto in particolare di quanti vivono situazioni di difficoltà. Preferire, tutti insieme, un percorso di valorizzazione delle reciproche risorse per promuovere crescita e sviluppo.

La Colonia sarà aperta a tutti. A quanti operano nel territorio a supporto delle famiglie con persone diversamente abili; o che, per motivi di lavoro, non vogliono far rinunciare i propri figli ad attività ricreative in spiaggia. Smurra coglie inoltre l’occasione per ringraziare per la disponibilità il Commissario Prefettizio, il Prefetto Domenico Bagnato. Al quale è stato richiesto di poter usufruire di uno scuolabus per i trasferimenti dei partecipanti.

CORIGLIANO ROSSANO, SMURRA: SOLIDARIETA’ E INTEGRAZIONE RESTANO PAROLE D’ORDINE DELL’INIZIATIVA

La colonia estiva, riservata a circa 20 persone sarà ospitata dal Lido Mood di contrada Momena, sul Lungomare di Rossano. I responsabili di Gocce nel deserto Raggio di Sole ringraziano i gestori della struttura per l’accoglienza. Si concluderà il 13 luglio. Si partirà la mattina, alle ore 9 dal Centro diurno raggio di sole, in contrada Crosetto. Qui si rientrerà intorno alle ore 12,30. Per informazioni ed iscrizioni è possibile contattare i numeri 3805957296 (Luisa) e 3392010056 (Francesco).

Solidarietà, socialità, cultura del’integrazione erano e restano le parole d’ordine dell’iniziativa. Attraverso la quale riteniamo indispensabile – aggiunge Smurra – continuare ad operare, specie nella stagione estiva, a  sostegno delle famiglie che hanno al loro interno una persona in situazione di difficoltà.

Commenta

commenti