Home / Attualità / Corigliano Rossano, l’amministrazione risponde sulla questione depurazione

Corigliano Rossano, l’amministrazione risponde sulla questione depurazione

“Non era possibile affidamento diretto. Depuratori già oggetto di interventi”

corigliano rossanoL’amministrazione comunale di Corigliano Rossano muove alcune precisazioni relativamente al comunicato dell’opposizione sulla questione depurazione. ” Intanto sulla questione della condotta sottomarina, l’ufficio Ambiente ha già redatto il progetto per la manutenzione straordinaria e la relativa gara è già alla fase di aggiudicazione, pertanto in breve tempo partiranno i lavori. Sgomberiamo il campo da ipotesi surreali: non era assolutamente possibile fare prima la gara in quanto si tratta di un appalto che impone la presa visione dello stato dei luoghi, che non si poteva assolutamente fare prima del 4 maggio. Per quanto riguarda l’affidamento diretto, anche in questo caso si tratta di una idea non realizzabile, dal momento che i lavori necessari vanno ben oltre la soglia massima per questo genere di affidamenti.  Fatto sta che, dopo molti anni di attesa, seppur con qualche mese di ritardo-covid, questa amministrazione sta per realizzare 150 metri di condotta sottomarina per il depuratore di Sant’Angelo e lo fa attraverso la procedura trasparente del ME.PA.

GIA’ AVVIATO E TERMINATO INTERVENTO SUL DEPURATORE DI CANTINELLA

In generale l’opposizione dice che lo stato dei depuratori è peggiorato, ma dice una cosa inesatta. Questa amministrazione ha già avviato e terminato un intervento di miglioramento del depuratore di Cantinella, ed ha già avviato un intervento di miglioramento del depuratore di Sant’Angelo, oltre alla condotta sottomarina, mentre sono già in programma altri interventi sempre sui depuratori di Cantinella e Sant’Angelo. Inutile sottolineare che sono interventi necessari da anni, ma che si stanno realizzando solo adesso. Infine, ma non di certo per importanza, così come avevamo annunciato prima dell’emergenza covid, gli sforzi e le interlocuzioni continue con il Commissario Unico Nazionale per l’Emergenza Depurazione stanno per produrre i risultati sperati, con un progetto complessivo di rifunzionalizzazione di tutti gli impianti e la terminazione della rete fognaria cittadina che dovrebbe essere finanziato interamente. Si tratta, di fatto, dello sblocco di una situazione impantanata da 10 anni, con l’aumento delle risorse messe a disposizione dal ministero competente.

Pertanto è giusto sottolineare le criticità, che del resto sono ben note da anni, che ancora esistono e che soltanto uno stolto ignorerebbe, ma quando si dice che la situazione è peggiorata si dice l’esatto contrario della verità. La questione depurazione è stata ed è cavallo di battaglia di questa amministrazione, e bisognerebbe avere l’onestà intellettuale di riconoscere che, in un solo anno, si stanno realizzando interventi che probabilmente avrebbero potuto e dovuto essere realizzati molti anni addietro.


Commenta

commenti