Home / Attualità / Corigliano Rossano: cittadinanza attiva, impegno antimafia e musica non possono fermarsi

Corigliano Rossano: cittadinanza attiva, impegno antimafia e musica non possono fermarsi

Riparte il Progetto “La Musica contro le mafie: musica per la diffusione di buone pratiche” dell’Istituto Nicholas Green – Falcone e Borsellino di Corigliano Rossano

Riparte il 17 Novembre 2020 il progetto “La musica contro le mafie: musica per la diffusione di buone pratiche” (Bando Formazione e Promozione Culturale nelle Scuole “Perchicrea”  di MIBACT e SIAE); un progetto didattico che si pone l’obiettivo di diffondere la cultura della legalità fuori dagli stereotipi, proponendo elementi e riflessioni sui concetti fondamentali di condivisione, corresponsabilità e continuità utilizzando come strumento la musica. Il progetto aveva preso il via l’11 febbraio scorso presso l’ Istituto Tecnico per Geometri dell’area di Rossano appartenente all’ I.I.S. “Nicholas Green – Falcone e Borsellino” di Corigliano  Corigliano, uno dei primi istituti del territorio ad aver aderito a Libera (Associazioni, nomi e numeri contro le mafie).

L’ istituto è da sempre attento a portare ai suoi studenti testimonianze di cittadinanza attiva e responsabile, ricettivo a progetti su legalità e responsabilità civile. In questo caso specifico, forma e contenuto si uniscono, attraverso l’impegno della musica, per un fine più alto che passa da un progetto di  riqualificazione di un bene e dalla sua restituzione alla comunità.

Il progetto, è realizzato in collaborazione e con il supporto dell’associazione Musica contro le mafie, riconosciuta e consolidata realtà nazionale che ha sapientemente coniugato la leggerezza della musica con l’impegno per la Formazione Civile e la Pedagogia Antimafia. Dopo una fase di Promozione Culturale avvenuta a cavallo dell’anno 2019 e 2020 è stata avviata una fase di Formazione, con il presidente Gennaro de Rosa con un incontro sulla Musica come strumento per costruire percorsi di inclusione. Gli studenti hanno già avuto l’opportunità di partecipare alla ‘5 giorni di Musica contro le mafie’ dal 3 al 7 dicembre 2019, hanno incontrato artisti e ospiti di fama nazionale e l’opportunità di approfondire temi importanti, attraverso strumenti editoriali, per costruire spirito critico e capacità di scelta. L’attività di Formazione tenuta in presenza ha visto i ragazzi impegnati in una serie di laboratori con Andrea Lucisano, musicista, regista, filosofo e poeta, da sempre attento al mondo della didattica e dell’ “Educazione alla Felicità”. Hanno avuto modo di approfondire e soffermarsi sull’importanza della Carta Costituzionale Italiana e sui principi fondanti dell’antimafia sociale con il giornalista e avvocato Francesco Donnici.

Il 21 Febbraio il progetto a causa dell’emergenza sanitaria era stato interrotto.

Grazie alla passione, alla lungimiranza e alla capacità di trasformare le necessità in virtù del dirigente scolastico Alfonso Perna e del Dsga Luca Corazza insieme al direttivo dell’associazione si è deciso di far proseguire gli incontri in modalità virtuale (dalla pagina ufficiale Facebook di “Musica contro le mafie”) e per allargare il principio di socialità e condivisione, non solo gli studenti iscritti potranno seguire gli incontri, ma tutti coloro che vorranno, avranno modo e possibilità di partecipare e interagire con  gli esperti. Il programma proseguirà con la dott. Teresa Lo Feudo del CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche, Marco D’Amico di Retake Palermo con i quali sarò concluso il primo modulo. Il 2° Modulo sulla Scrittura Creativa vedrà coinvolti numerosi artisti insieme allo storico Prof.  Marcello Ravveduto dell’Università degli Studi di SalernoChristian Picciotto GspKiaveMaurizio CaponeChiara EffeDavide Passoni. Il progetto si concluderà poi con un 3° Modulo sulla Composizione Elettronica e la Musica Digitale con Vlad KayaDub Costabile. Ogni Webinar sarà poi seguito dal lavoro in modalità privata con gli studenti iscritti al Progetto.


Commenta

commenti