Home / Attualità / Corigliano-Rossano, in città uno dei 2 Europe Direct Calabresi

Corigliano-Rossano, in città uno dei 2 Europe Direct Calabresi

L’ente ha partecipato al bando della commissione europea. Caudullo: «Carte in regola per una lunga esperienza con l’Ufficio Europa»

Un centro Europe Direct nella città di Corigliano – Rossano  per realizzare uno spazio di dialogo e di partecipazione ai processi di definizione ed implementazione delle politiche europee ed entrare in una rete di relazioni nazionali ed internazionali che agevolino il processo di integrazione e lo sviluppo di progettualità innovative capaci di far convergere sempre più le azioni locali con le strategie globali per uno sviluppo sempre più sostenibile. Forte di una struttura che vanta decenni di esperienza, l’Ente ha partecipato al bando indetto dalla Commissione Europea. L’obiettivo è quello di vedersi riconoscere uno dei due centri previsti sul territorio regionale.

A darne notizia è l’assessore alla Città Europea Tiziano Caudullo sottolineando che l’iniziativa curata dall’Ufficio Europa Comunale guidato da Benedetta De Vita è di fondamentale importanza e mira a creare le condizioni affinché la Città possa sentirsi protagonista all’interno del processo di definizione ed attuazione delle politiche europee.

La nuova sfida istituzionale – aggiunge – sarà anche quella di accompagnare lo sviluppo di una coscienza civica diffusa di cittadinanza europea in grado di sovvertire nell’immaginario collettivo l’idea di un’Europa limitante e fatta di restrizioni, a favore di concezione di dimensione geografica e sociale di crescita e capace di garantire un futuro ai suoi cittadini e soprattutto alle nuove generazioni.

Un obiettivo quello dello sviluppo dell’identità europea – conclude – che grazie al centro Europe Direct consentirà di realizzare una serie di iniziative pubbliche di divulgazione, dialogo e confronto sul ruolo dell’Unione europea, nonché di informazione degli obiettivi e dei meccanismi di partecipazione civica.

Gli Europe Direct sono centri di informazione sulle tematiche europee: le loro attività di comunicazione hanno lo scopo di interessare i cittadini e di promuovere il dialogo sull’Europa, anche in collaborazione con altre reti di informazione e punti di contatto dell’Unione Europea.

I richiedenti selezionati saranno denominati partner delle Commissione e del Parlamento Europeo, firmeranno una convenzione quadro di partenariato con la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e potranno godere di sovvenzioni annuali per il finanziamento delle attività previste.  Ciascun centro Europe Direct potrà beneficiare di una sovvenzione annua di 38 mila euro per gli anni 2022-2025, mentre per il 2021 è prevista una sovvenzione di 25.333 euro.


Commenta

commenti