Home / Attualità / Corigliano Rossano, approvato Piano trasparenza e anticorruzione

Corigliano Rossano, approvato Piano trasparenza e anticorruzione

corigliano rossano

Il Comune di Rossano

E’ stato approvato dal Commissario Prefettizio di Corigliano Rossano Domenico Bagnato il Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza. Tra gli obiettivi aumentare la consapevolezza dei fenomeni illeciti. Censire i rischi, gestirli ed attuare le misure di prevenzione volte a ridurre la commissione di fatti illeciti sia di natura penalmente rilevante sia civili, amministrativi, disciplinari e contabili. Il documento (composto da 172 pagine, tra normativa, contesto di riferimento e diversi ed utili schemi di sintesi) è disponibile on line nella sezione TRASPARENZA del sito istituzionale. E’ stato redatto dal Segretario Generale Paolo BERTAZZOLI, responsabile per l’ente della prevenzione della corruzione e della trasparenza.

CORIGLIANO ROSSANO, PROMUOVERE CULTURA DELL’ETICA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Entro i 30 giorni dalla pubblicazione saranno accolti suggerimenti ed osservazioni. Se accolti, formeranno oggetto di modifiche del Piano. L’avviso è diretto a gruppi, comitati, associazioni, rappresentanze delle categorie produttive. Coloro che intendano produrre osservazioni, suggerimenti e proposte di emendamento dovranno presentarli o via PEC (protocollo.coriglianorossano@asmepec.it) o, per quanti non hanno PEC, presentando un contributo su carta, debitamente sottoscritto, accompagnato da una copia di un documento personale, al protocollo comunale. Aumentare la trasparenza che deve tendere ad essere trasparenza totale in ogni modo possibile. Aumentare i flussi di informazione qualificati verso i cittadini con un modello nord europeo che funga da esempio.

Promuovere una cultura dell’etica della Pubblica Amministrazione e nella Pubblica Amministrazione. Aumentare inoltre il front office con intercambiabilità degli operatori. Dare concreto impulso alla semplificazione: sia del linguaggio sia delle procedure. Dare concreto impulso all’informatica giuridica e ad ogni esempio di risparmio del tempo. Promuovere la centralità del cittadino nel pieno rispetto delle esigenze degli utenti. Promuovere la cultura del rispetto reciproco sia delle necessità dei cittadini sia dei ruoli dei dipendenti; che devono infatti operare quotidianamente per i servizi. Dare attuazione, soprattutto, alla rotazione degli incarichi di posizione organizzativa eventualmente a livello annuale/biennale con riduzione tendenziale delle Posizioni Organizzative. E ancora anticipare la rotazione per tutti i casi in cui sia opportuno diminuire il rischio (acquisizione della qualifica di indagato/imputato, verifiche del casellario, motivi organizzativi e di opportunità, nascita di team interdisciplinari anche temporanei).

ATTUARE SPECIFICHE VERIFICHE DEI CARICHI PENDENTI

Sono, queste, le principali azioni che il Piano, coordinato con i regolamenti sul procedimento amministrativo, di organizzazione degli uffici e servizi, sui controlli e con il piano performance, intende promuovere. Si rileva – si spiega nelle premesse al documento – che il Comune di CORIGLIANO ROSSANO ha un rischio generale più elevato; sia per la storicità delle singole caratteristiche già foriere di maggiori rischi in ambiti diversi; sia per l’accresciuta policentricità e per le dimensioni da cui deriva una complessità di natura gestionale che comporta un aumento dei rischi di corruzione. Specie in assenza di un completo utilizzo dei sistemi informatici in grado di operare costanti controlli; ad esempio sulle tempistiche di un iter relativo ad un provvedimento ampliativo finale richiesto dal cittadino.

Alla luce delle complesse particolarità anche storiche in ambito giudiziario – si legge – risulta pertanto necessario attuare specifiche verifiche; non solo di natura amministrativa, contabile, contrattuale e civilistica ma soprattutto del casellario giudiziale e dei carichi pendenti. Stante le operazioni di Polizia Giudiziaria svolte dalla Procura della Repubblica di Castrovillari in relazione alle specificità dei rischi nel Comune, in particolare per tutta l’attività dell’Ufficio Tecnico e dell’Ufficio Gare.


Commenta

commenti