Home / Attualità / Corigliano Rossano, gli auguri del sindaco Stasi e dell’assessore Novellis per il nuovo anno scolastico

Corigliano Rossano, gli auguri del sindaco Stasi e dell’assessore Novellis per il nuovo anno scolastico

Questa mattina la ripresa delle lezioni a Corigliano Rossano in un anno scolastico che rappresenterà – come mai prima d’ora – una sfida da affrontare coraggiosamente

corigliano rossanoQuesta mattina la ripresa delle lezioni a Corigliano Rossano in un anno scolastico che rappresenterà – come mai prima d’ora – una sfida da affrontare coraggiosamente. Il sindaco Flavio Stasi e l’assessore alla città e alla cultura Donatella Novellis hanno dedicato un messaggio di auguri a tutti gli studenti ritornati tra i banchi dopo sei mesi di stop. “Gli auguri più belli ed intensi per il nuovo Anno Scolastico ed il ritorno tra i banchi di scuola. È un ritorno che dona speranza ed ha il senso della ripartenza. È una ripartenza rivista nei modi, in cui la socialità, i tempi e le forme di organizzazione risentono ancora di uno stato di emergenza sanitaria che sussiste, ma che non impedisce il dialogo, lo stare insieme e che garantisce la piena fruizione del diritto allo studio. Nei mesi scorsi abbiamo lavorato per garantire che tutto questo fosse possibile, e lo fosse nel migliore dei modi, in piena sicurezza. Il personale scolastico tutto è stato impegnato affinché gli spazi ed i modi del fare scuola fossero consoni ed adeguati. Siamo grati e riconoscenti per quanto profuso e siamo orgogliosi delle alte professionalità cui è affidata la direzione e gestione delle Istituzioni Scolastiche di Corigliano-Rossano, di tutti coloro che, a vario titolo, contribuiscono e concorrono alla crescita dei nostri ragazzi, nella piena e convinta consapevolezza del ruolo fondamentale che la Scuola svolge nel formare cittadini consapevoli, responsabili, capaci di utilizzare la conoscenza e la cultura contro l’ignoranza, i pregiudizi e le paure, attraverso azioni inclusive ed eque.

Avanti tutta, allora. Non scoraggiamoci di fronte alle difficoltà che incontreremo, ma utilizziamole come opportunità di crescita. Continuiamo a utilizzare le forme del dialogo, del confronto costruttivo e sinergico per addivenire a soluzioni condivise ed efficaci. Soprattutto viviamo a pieno il tempo Scuola. Certo con grande senso di responsabilità, senza fingere che nulla sia accaduto, consapevoli che proprio in un nuovo senso di responsabilità civile risiede la chiave per superare, tutti insieme, le attuali difficoltà, con la scuola che non può non esserne protagonista. Con questo spirito, riprendiamo ciò che per mesi ci è stato precluso. Vi salutiamo con alcuni versi che Gianni Rodari, di cui sapete ricorre il centenario dalla nascita, ha composto proprio in occasione del “Primo giorno di scuola”:

“Corri a scrivere la tua vita.

Scrivi bene, senza fretta

Ogni giorno una paginetta.

Scrivi parole dritte e chiare:

Amore, lottare, lavorare.”

Auguri e Buona Vita a tutti.


Commenta

commenti