Home / Attualità / Corigliano, ritorna l’iniziativa “Adottaunclementino”

Corigliano, ritorna l’iniziativa “Adottaunclementino”

aldo-salatinoFervono i preparativi, a Corigliano Calabro e nella Sibaritide tutta, per l’avvento dell’edizione 2015 della fortunata iniziativa denominata “Adottaunclementino”, sorta da una brillante idea dell’imprenditore agrumicolo coriglianese Aldo Salatino. Un’idea divenuta realtà perché in tanti, sull’intero territorio nazionale, ne hanno recepito e apprezzato il profilo socio-culturale e il propositivo contributo apportato a questo settore trainante dell’economia locale.
Un ritorno segnato dalla trepidante attesa nonché da una significativa novità, che attesta ulteriormente la validità dell’iniziativa. È stata infatti stipulata nei giorni scorsi una convenzione tra la sede provinciale di Cosenza dell’Associazione Nazionale Carabinieri, presieduta dal dott. Sante Blasi, e l’Azienda agricola “Perseverantia” di Aldo Salatino, che prevede uno sconto del 10 per cento sulle adozioni di clementino a tutti gli iscritti alla suddetta Associazione su tutto il territorio nazionale.
Un dato prestigioso, questo, che qualifica l’offerta di “Adottaunclementino” e la bontà dei suoi prodotti. Inoltre, da lunedì 13 aprile si aprirà ufficialmente la stagione delle prenotazioni per le adozioni per il 2015, per far sì che le prossime festività natalizie siano caratterizzate da questo gustoso e gradito regalo.
“L’iniziativa – spiega l’imprenditore Aldo Salatino – prende spunto da un’attenta riflessione sull’andamento al ribasso del prezzo di questa eccellenza calabrese e sul fallimento delle varie organizzazioni di produttori circa la difesa del medesimo prezzo alla fonte e la promozione capillare del prodotto stesso. La novità risiede nella sicurezza di avere sulla propria tavola un prodotto fresco (arriva entro 72 ore dalla raccolta dall’albero), con garanzia di provenienza certa ed a km zero; in realtà, sono le clementine che dall’albero raggiungono il cliente senza passaggi di mano, e quindi di scambi di merce, di miscelazioni varie e di eventuali contaminazioni. Viene così annullata la filiera: restano solo il produttore e il consumatore. Adottare un albero, oltre al prodotto che appena maturo verrà inviato al domicilio dell’acquirente, comprende il ricevimento via e-mail del Certificato di Adozione nel quale, oltre al numero della pianta adottata, è contenuta la sua geolocalizzazione, ossia le coordinate geografiche esatte della pianta. Così facendo, da qualsiasi parte del mondo, e comodamente da casa tramite Google Earth, si può individuare il proprio albero adottato. Inoltre, il Certificato che si riceve è l’autorizzazione per potersi recare in azienda a far visita alla pianta adottata. L’aspetto che ha avuto un successo davvero insperato è la possibilità di offrire in omaggio un’adozione. Infatti, se ne può sottoscrivere una per nome di chiunque su tutto il territorio nazionale; in pratica, il cliente paga il costo dell’adozione e riceve la fattura, mentre il certificato e la merce viene inviata a chi riceve l’adozione in omaggio. Un’idea-regalo per le prossime festività natalizie”.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.adottaunclementino.it

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*