Home / Breaking News / Corigliano: recupero Palazzo De Rosis, ok a progetto preliminare

Corigliano: recupero Palazzo De Rosis, ok a progetto preliminare

Uno scorcio di Piazza del Popolo a Corigliano

Uno scorcio di Piazza del Popolo a Corigliano

Fondi PISU, è di 2 MILIONI E 900 MILA EURO il finanziamento regionale che consentirà di realizzare 9 unità abitative di dimensioni idonee ad ospitare 42 ospiti. Ok dell’Esecutivo GERACI al progetto preliminare per il recupero dell’edificio Palazzo De Rosis da destinare ad accoglienza abitativa ed inclusione sociale per i lavoratori immigrati e le loro famiglie. Miglioramento della qualità insediativa e di vita degli immigrati, riuso del patrimonio architettonico inutilizzato, riqualificazione di uno spazio interessato anche da flussi turistici. Ecco l’obiettivo.
A darne notizia, esprimendo soddisfazione per l’avanzamento dell’iter è l’assessore alle politiche sociali e dell’immigrazione Marisa CHIURCO.
Una comunità interculturale, come può tranquillamente definirsi la nostra Città – dichiara l’assessore – richiede un impegno particolare per ciò che concerne l’accesso alla casa, fattore chiave dei processi di integrazione. Gli obiettivi del progetto abbracciano sia l’ambito del sociale che dei lavori pubblici e testimoniano la capacità di questo ESECUTIVO di saper sfruttare i fondi destinati alla comunità.
Palazzo DE ROSIS è situato nel centro storico, a pochi passi da Piazza del Popolo. Via Municipio e Via Garopoli sono le vie più prossime. È attualmente in stato di abbandono. La struttura ha un aspetto imponente. 650 mq, si sviluppa in altezza su tre piani fuori terra ed un ampio attico, le cui caratteristiche, opportunamente adeguate, sono tali da poter conferire anche a questo piano le condizioni igienico-sanitarie per la destinazione residenziale.
Sono stati individuati anche spazi per le attività collettive.
Dal consolidamento statico alla realizzazione di solai di livello, dal recupero delle caratteristiche igienico-sanitarie dei singoli piani alla realizzazione delle opere interne, dal recupero delle facciate alla sistemazione dell’area esterna, fino alla realizzazione degli impianti. Sono, questi, alcuni degli interventi previsti.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*