Home / Breaking News / Corigliano, nasce in città il comitato pro fusione

Corigliano, nasce in città il comitato pro fusione

coriglianoNasce a Corigliano un comitato proteso a informare e sensibilizzare sulla bontà della proposta di fusione di Corigliano e di Rossano in vista del referendum. Il movimento conta al momento 17 aderenti. I referenti sono Gisella Santelli e Antonello Gianzi. Programmata per lunedì 12 giugno alle 19.30 una conferenza stampa al Movida, lungomare di Schiavonea. Al fine di spiegare le ragioni della nascita del coordinamento.   “L’obiettivo – si legge in una nota – è quello di contribuire a diffondere le motivazioni per le quali è opportuno che si addivenga ad una fusione tra i due comuni. Mettendo da parte ogni forma di campanilismo paralizzante e anacronistico.

CORIGLIANO, LE RAGIONI DEL SI’ ALLA FUSIONE

Le caratteristiche peculiari dei due importanti centri non dovranno costituire un ostacolo. Piuttosto un collante per una unità variegata e reciprocamente stimolante. In direzione di un processo che ci porterà sicuramente dei vantaggi in termini economici e politici. Le nostre realtà divise non hanno la possibilità concrete nel futuro prossimo né avranno potere contrattuale con le amministrazioni di rango “superiore”, ma unite costituirebbero una area urbana importante e con la capacità di pretendere ed ottenere ciò di cui una città ha necessità in termini di sanità, giustizia, infrastrutture. Tra le ragioni del Si: maggiore peso economico e politico, oltre ad una maggiore rappresentatività istituzionale”.

Commenta

commenti