Home / Breaking News / Corigliano: “Medical market”, una donna uccide il figlio neonato per ricevere risarcimento

Corigliano: “Medical market”, una donna uccide il figlio neonato per ricevere risarcimento

volante-poliziaMedical market, questo il nome dell’operazione condotta da Polizia e Guardia di Finanza che ha portato a sette arresti con 144 persone coinvolte. Il cuore dell’operazione, in cui le accuse vanno dall’omicidio volontario al falso ideologico, era l’ospedale civile di Corigliano, dove il personale medico rilasciava certificazioni false per truffare medici legali delle compagnie di assicurazioni. Ha del drammatico, poi, l’assurda vicenda per cui una donna e un medico, entrambi coriglianesi, dovranno addirittura rispondere dell’accusa di infanticidio. E’ stato infatti accertato che S. R., 37 anni, ha simulato un incidente stradale e di fatto ucciso il feto che portava in grembo mentre era tra la 24esima e la 28esima settimana di gravidanza. Nonostante la partoriente, infatti, è stata indotta al parto prematuro, il feto è nato vivo ed è stato deliberatamente privato di ogni necessaria assistenza utile per la sua sopravvivenza, causandone così la morte.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*