Home / Breaking News / Corigliano, grillini contro Geraci

Corigliano, grillini contro Geraci

coriglianoAncora una volta si deve rilevare la paralisi e l’inerzia della nostra amministrazione comunale, che nulla ha fatto per avviare un percorso consapevole e responsabile relativamente alla fattibilità dell’ipotizzata fusione dei comuni di Corigliano e Rossano. Così il Movimento 5 Stelle in un comunicato stampa interviene sull’argomento che fortemente sta caratterizzando l’attuale dibattito politico. «Lo scorso mese di giugno – si legge nella nota dei pentastellati – il consigliere del M5S Francesco Sapia, accompagnato dall’avv. Abate e da una rappresentanza del suo gruppo, ha partecipato a un tavolo istituzionale, da lui richiesto, con l’amministrazione comunale per discutere della fusione tra Corigliano e Rossano.

CORIGLIANO, FUSIONE DEVE RISPONDERE A OBIETTIVI DI SVILUPPO

Per l’amministrazione comunale erano presenti: l’assessore Mingrone, il vicesindaco Oranges, i consiglieri Turano e Dardano. Premesso che il M5S ha votato a favore della fusione nella delibera consigliare del 1 febbraio 2016 , perché se attuata e realizzata secondo legge potrebbe costituire una opportunità di crescita , di miglioramento e del tanto sospirato decollo del territorio in questione, nell’incontro s’invitava l‘amministrazione a considerare e valutare , per affrontarle con consapevolezza, tutte le opportunità e le criticità che la fusione pone. La fusione – per il M5S – deve rispondere a obiettivi di sviluppo organizzativo, gestione di servizi e funzioni e tendere a individuare ambiti territoriali che, per ampiezza, entità demografica e attività produttive, consentono un equilibrato sviluppo economico, sociale e culturale del territorio.

L’esigenza nasce, sicuramente, per abbattere i costi della macchina comunale e ottimizzare i servizi (cosa complessa e delicata nella fatti-specie in questione, poiché l’ottimizzazione dei servizi si raggiunge con un’entità numerica di 50.000 abitanti)».

Commenti