Home / Attualità / Corigliano: gli auguri di Geraci e Mingrone per gli studenti

Corigliano: gli auguri di Geraci e Mingrone per gli studenti

GIUSEPPE-GERACIQuesta mattina anche per gli studenti delle scuole cittadine è iniziato il nuovo anno scolastico. In occasione di questo momento importante per tanti bambini e ragazzi ausonici il sindaco Geraci e l’assessore alla pubblica istruzione Mingrone hanno diffuso il testo di un messaggio. “Il processo educativo e formativo dei giovani – si legge nel messaggio augurale – deve essere slancio per lo sviluppo del territorio. L’anno scolastico che sta per iniziare, con i cambiamenti legislativi della Riforma, sarà delicato ma anche pieno di aspettative. Le istituzioni scolastiche sono l’agenzia educativa centrale, su cui poggiano le basi per la società di domani e si plasmano i cittadini del futuro. Da quest’anno in tutte le aule entrerà la sensibilizzazione ed educazione alla raccolta differenziata ed ai temi ambientali. Sappiamo quanto sia difficile ed impegnativo oggi operare nella scuola – affermano gli amministratori – su di essa spesso si scaricano compiti e responsabilità impropri. Siamo anche consapevoli, però, dell’importanza della formazione e del suo ruolo indispensabile nella crescita dei giovani – continuano – e nello sviluppo della loro autonomia e partecipazione sociale. Nella prossima primavera – annunciano – speriamo di poter consegnare la nuova suola elementare di Cantinella”. Frattanto dal comune fanno sapere che la scuola primaria di Villaggio Frassa, posticiperà l’apertura a lunedì 19 settembre. Sono ancora in corso alcuni interventi di pitturazione e pulizia generale dell’edificio.

I lavori sono partiti in ritardo perchè fino allo scorso sabato 10 settembre nella struttura sono stati ospitati i migranti minori non accompagnati sbarcati a Corigliano lo scorso 31 Luglio. A darne notizia è l’assessore Mingrone precisando che i lavori saranno ultimati entro sabato 17. I minori sistemati temporaneamente in località Frassa dovevano essere trasferiti in località Jacina ma la struttura ha necessitato a sua volta di interventi di manutenzione. Il ritardo è stato causato anche dall’ulteriore sbarco avvenuto il 4 settembre.

Fonte: La Provincia di Cosenza

Commenti