Home / Attualità / Corigliano, Geraci agli studenti: “Lo sviluppo passa dal recupero della memoria storica”

Corigliano, Geraci agli studenti: “Lo sviluppo passa dal recupero della memoria storica”

Il sindaco di Corigliano, Giuseppe Geraci

Il sindaco di Corigliano, Giuseppe Geraci

Lo sviluppo ed il futuro di un territorio passano necessariamente dalla riappropriazione e dal recupero della memoria storica. Storia, valori e tradizioni, trame di quell’identità che indossiamo come popolo ​e come singoli individui favoriscono quel processo di condivisione e solidarietà all’interno di un gruppo sociale al quale dobbiamo sentirci sempre più strettamente legati.​ ​

È stato​ rivolto soprattutto ai numerosi studenti che hanno partecipato alla Giornata dell’Unità Nazionale e Festa delle Forze Armate,​ il messaggio e l’appello ad un maggiore protagonismo civico e ad una maggiore responsabilità nella vita della propria comunità locale, fatto dal Sindaco Giuseppe GERACI in occasione della riuscita cerimonia solenne per l’anniversario della fine della prima Guerra Mondiale, lo scorso 4 novembre.

​L’importante momento pubblico, la cui ripresa in forma solenne e largamente partecipata, già l’anno scorso, è stata fortemente voluta dallo stesso Primo Cittadino, è stat​o​ utile ​anche ​per ​porgere pubblicamente ​i saluti dell’Istituzione al nuovo comandante della Compagnia dei Carabinieri di Corigliano Francesco BARONE presente alla manifestazione con l’associazione nazionale Carabinieri di Corigliano, le forze dell’ordine, le associazioni di volontariato, il mondo della scuola con i docenti e gli allievi degli istituti di ogni ordine e grado, gli assessori ed i consiglieri comunali.

Il gruppo si è mosso da Piazza G. Compagna in corteo verso Piazza Vittorio Veneto e dopo la celebrazione della Santa Messa nella Chiesa di San Francesco di Paola è seguita la deposizione della corona al Monumento dei Caduti. Nel suo intervento ilSindaco ha rimarcato​, infine,​ i sentimenti di gratitudine e ​di ​vicinanza ​della comunità di Corigliano ​a​ tutti i​ militari italiani impegnati, ogni giorno, a garantire ​in tutto il mondo la sicurezza dei cittadini​ e la pace, sottolineando che dal dovuto ricordo dei tanti caduti in guerra ​il messaggio più forte che emerge e che va rilanciato è quello della preferenza sempre e comunque della pace come soluzione di tutti i conflitti e per la coesistenza nel mondo.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*