Home / Attualità / Corigliano: Formazione, i corsi proseguono

Corigliano: Formazione, i corsi proseguono

politicoNonostante le polemiche, le critiche e le risposte dell’amministrazione comunale di Corigliano, proseguono i corsi di formazione organizzati dalla fondazione TrasPArenza per i dipendenti comunali. Attraverso una nota stampa il comune fa sapere che l’esecutivo “ha chiesto alla Fondazione TrasPArenza di Cosenza, in prossimità della elaborazione e dell’approvazione del bilancio di previsione annuale (2017) e triennale (2017-2019) nonché dei documenti ad essi necessariamente presupposti (Dup), di effettuare un apposito corso di 12 ore per dirigenti, funzionari e amministratori.

Il tutto all’interno del programma di formazione a suo tempo convenuto con la medesima. Una tale iniziativa è stata ritenuta utile dall’ente anche in relazione all’intrapresa procedura di fusione tra il comune di Corigliano e il comune di Rossano, a fronte della quale il comune ausonico sta preparando la propria «squadra» e tutta la documentazione da comparare con quella omologa del comune di Rossano, al fine di sancire la compatibilità dei requisiti economico-finanziari e patrimoniali della fusione nonché di quelli organizzativi.

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CORIGLIANO, PROSEGUONO I CORSI

La prima lezione, che si svolgerà oggi martedì 10 gennaio, affronta la corretta redazione del Documento Unico di Programmazione, che vede attivamente impegnata l’Amministrazione e la burocrazia municipale da oltre due mesi, con una accelerazione nella fase prenatalizia dovuta all’approvazione definitiva del Def, della legge di Bilancio statale (legge 232/2916), del Defr e della legge di stabilità 2017, approvata dalla regione il 21 dicembre scorso.

L’argomento del Dup sarà affrontato anche nella lezione che si terrà nella giornata del 17 gennaio, mentre il successivo 24 gennaio sarà affrontato il tema della fusione, sotto il profilo strettamente tecnico”. Va detto che in effetti la prima lezione sul Dup era stata programmata per lo scorso 3 gennaio, ma è saltata a causa dello scarso numero di adesioni. Tutto ciò dettato dalle festività in atto.

Fonte: La Provincia

Commenti
Inline
Inline