Home / Breaking News / Corigliano, Contrada Foggia nuovamente senz’acqua: “L’Amministrazione risolva i problemi o vada a casa”

Corigliano, Contrada Foggia nuovamente senz’acqua: “L’Amministrazione risolva i problemi o vada a casa”

COMUNICATO STAMPA

falle-ciclo-idrico“Siamo da circa una settimana con la situazione di sempre: privi dell’acqua per i più elementari bisogni che ognuno di noi ha nella quotidianità. Una situazione venutasi a creare nuovamente, a distanza di poco tempo dall’ultimo disservizio registratosi in merito. Un ulteriore segnale del degrado e dell’immobilismo nel quale è piombata la nostra Corigliano“.
E’ questo il forte monito che si leva da contrada Foggia, popolosa zona del territorio comunale, ad opera di un gruppo di numerosi cittadini, alcuni dei quali residenti tutto l’anno a Corigliano, altri invece solo per il periodo estivo.
“Solo alcune settimane fa – dichiarano le famiglie di contrada Foggia – ci siamo congratulati pubblicamente con i preposti uffici comunali per il tempestivo ed efficace intervento che ci ha permesso di far tornare l’acqua nelle nostre case, in piena stagione estiva. Oggi non abbiamo cambiato idea e non siamo mossi da alcun intento strumentale o polemico. Prendiamo semplicemente atto, ancora una volta, che l’Amministrazione Comunale non vuole risolvere le problematiche che affliggono il territorio in modo permanente e duraturo, ma sembra tirare a campare. Il problema della carenza idrica nella zona non vede soluzione perché sono gli amministratori che non assumono decisioni politiche ed istituzionali forti. L’acqua, ad esempio, arriva a metà, solo in alcune case e guardini, poi sembra arrestarsi improvvisamente, lasciando a secco tutti gli altri. Perché non si adottano gli opportuni provvedimenti per verificare le ragioni di questo frequente problema? Lo diciamo anche nell’interesse del Comune. Purtroppo, però, non sembra che chi ci amministra abbia la reale volontà di andare in fondo alle questioni, pur se consapevoli che alcune vengono dal passato. Allora, se non si ha la forza di fare nulla o di fare ben poco, sarebbe forse opportuno pensare di rimettere il mandato nelle mani del popolo, perché questo stallo abbia finalmente fine”.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*