Home / Breaking News / Corigliano, appuntamento con il comitato per il no al referendum

Corigliano, appuntamento con il comitato per il no al referendum

foto-il-comitato-per-il-noSi infittiscono a meno di due mesi dal voto, le iniziative da parte dei comitati per il Si o per il No al referendum Costituzionale in programma il prossimo 4 dicembre. In una nota il Coordinamento “Io voto No alla riforma Renzi-Boschi” annuncia una iniziativa popolare tesa a diffondere le ragioni del No.
“In queste ultime settimane – si legge nel comunicato stampa –  la discussione in merito alla riforma costituzionale ed al referendum del 4 dicembre diventa sempre più stringente. Questo sia in ragione dell’importanza che riveste il voto, sia per la piega che la discussione ha preso. Sempre di più – secondo i componenti del Coordinamento – si sposta la stessa in direzione di un vero e proprio referendum sul Presidente del Consiglio, scelta scellerata messa in atto proprio dal governo al momento d’intestarsi in prima persona la materia travalicando il ruolo del Parlamento e riducendo lo spazio per un confronto sui contenuti del nuovo art.70.
Vorremo, attraverso alcune iniziative, – spiega ancora la nota – anche nella nostra città, poter parlare dei temi referendari entrando nel merito in modo da capirne gli enormi limiti, le fallaci speranze e le catastrofiche conseguenze. Vorremo discutere della sostanziale perdita di democrazia diretta che ci sarà attraverso un Senato di nominati. Di come ci sia il pericolo di un governo della minoranza se dovesse applicarsi l’Italicum. Di come si è persa l’idea che le regole del gioco siano da preservare dagli umori del governante e dal caos del gioco stesso.

Per questi motivi, il comitato coriglianese “Io voto no”, – fanno sapere i promotori nel comunicato stampa –  si riunirà giovedì 13 ottobre alle ore 18,30 presso il centro d’eccellenza per discutere ed organizzare il suo programma per la campagna referendaria.
L’iniziativa – così termina la nota –  è aperta a tutti i partiti, associazioni, singoli cittadini che vogliano partecipare anche solo per cercare di comprendere le ragioni del No”.

Fonte: La Provincia di Cosenza

Commenti