Home / Attualità / Convegno Anteas sulla broncopneumapatia cronica ostruttiva

Convegno Anteas sulla broncopneumapatia cronica ostruttiva

Convegno-AnteasANTEAS ROSSANO, Associazione tutte le età attive per la solidarietà, in linea con le proprie finalità, inaugurato giorno 7 aprile alle ore 17,00 il primo ed unico sportello territoriale al servizio dei cittadini che sono affetti da BPCO e che intendono ricevere consigli su come affrontare queste patologie.
Il Progetto è stato presentato nel Convegno “ Broncopneumopatia cronica ostruttiva, per informazione e prevenzione”, svolto sempre giorno 7 aprile presso i locali della FNP/Cisl di Rossano, in Via Margherita, con inizio alle ore 17.00
Introduzione e relazione di presentazione del progetto del Presidente Antonio Guarasci, ideatore dello stesso, a seguire, i saluti del Segretario provinciale F.N.P. Salvatore Graziano . Ricco intervento del dott. Domenico Lorenzo Urso , pneumologo, che ha relazioneato su questa particolare patologia dell’apparato respiratorio.
Ai fruitori dell’innovativo servizio targato ANTEAS, saranno consegnati vademecum informativi e sarà data la possibilità di prenotare una consulenza specialistica gratuita per la valutazione delle funzionalità polmonari con il dott. Domenico Lorenzo Urso, specialista in malattie dell’apparato respiratorio.
Dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 12 e dalle 16 alle 18, ANTEAS ROSSANO rilancia la sua attività ormai quinquennale di volontariato, di servizio sociale e culturale finalizzata a favorire l’invecchiamento attivo e il dialogo fra le generazioni.

Un nuovo servizio per i pensionati e per i cittadini tutti, dichiara il Presidente Antonio Guarasci, un ottimo esempio di come il volontariato possa migliorare la qualità della vita dei cittadini, reso possibile dalla disponibilità di uno specialista che a titolo gratuito mette a disposizione competenze e passione. Ancora una volta, ANTEAS prosegue finalità di autentica utilità sociale, per aiutare i tanti che sempre più spesso in momenti di difficoltà come questo scelgono di non curarsi.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*