Home / agricoltura / Il Consorzio di bonifica avvia la progettazione sulle reti irrigue

Il Consorzio di bonifica avvia la progettazione sulle reti irrigue

L’ente consortile di Trebisacce ha avviato una radicale azione di potenziamento degli interventi sul territorio

L’attività del Consorzio di Bonifica dello Ionio Cosentino, rientra tra i servizi pubblici essenziali e per tale motivo non si è mai fermata neppure durante la fase emergenziale dovuta al CoVid-19.

«Il nostro è un impegno costante – sottolinea il Presidente dell’Ente Marsio Blaiotta – finalizzato a rendere migliore il nostro territorio, attraverso la manutenzione dei canali e degli impianti al fine di raggiungere un sempre miglior grado di sicurezza territoriale, sia dal punto di vista idraulico che irriguo».

«Un doveroso ringraziamento -aggiunge Blaiotta – è rivolto agli operai e a tutti i dipendenti del sistema consortile, i quali sul campo, dagli uffici e in modalità smart working hanno continuato a lavorare incessantemente per sopperire alle esigenze del territorio, dagli interventi di riparazione e manutenzione  alla supervisione degli impianti idrovori, concretizzando le verifiche tecniche sulle reti irrigue indispensabili per la produzione agricola e agroalimentare del Made in Calabria».

Tra gli obiettivi  più significativi e ambiziosi che questo Consorzio si è prefissato di raggiungere riguarda il potenziamento del proprio organico che svolgerà svariate funzioni, dal censimento degli scarichi nei canali consortili, all’implementazione del parco progetto e innovazione del comparto boschivo sino ad arrivare ad una serie di interventi programmati che riguardano finanziamenti del MIPAAF,PSRN e del PSR Calabria volti alla mitigazione del rischio  idrogeologico, alla gestione del servizio di irrigazione ,di manutenzione della rete di colo e di bonifica, essenziali per la filiera agroalimentare.

«Di certo noi pensiamo al futuro – rivendica Blaiotta – pensiamo a  cogliere le giuste occasioni, prima fra tutte quella di recente pubblicazione concernente il Bando sul Fondo di Sviluppo e Coesione del POA 2014-2020,giusto D.M n° 39228/2019  di rilevanza nazionale relativo agli “Interventi nel campo delle infrastrutture irrigue, bonifica idraulica e difesa delle esondazioni, bacini di accumulo e programmi collegati di assistenza tecnica e consulenza”, attraverso il quale saranno garantite le attività primarie e principali per lo svolgimento delle attività in corso e di quelle in fase di progettazione».

«L’intero sistema deve lavorare in piena sinergia per poter funzionare al meglio – conclude il Presidente – ed assicurare al territorio ad alta valenza agricola, la risorsa idrica fondamentale per la competitività della nostra agricoltura e per la mitigazione del rischio idrogeologico. Si apre una stagione davvero decisiva per la Calabria e noi di certo, continueremo ad operare con coraggio, impegno, passione e determinazione».


Commenta

commenti