Home / Breaking News / Consigliere Bevacqua: “soddisfatto per approvazione Piano Rifiuti e Piano Trasporti”

Consigliere Bevacqua: “soddisfatto per approvazione Piano Rifiuti e Piano Trasporti”

Consigliere Bevacqua: Piano Trasporti e Piano Gestione Rifiuti.Approvati ieri in consiglio 

consigliere bevacquaPiena soddisfazione del consigliere regionale Mimmo Bevacqua, sull’approvazione del piano rifiuti e piano trasporti. “Mi sento particolarmente soddisfatto per il lavoro e il ruolo svolto in qualità di presidente della Commissione Ambiente e Territorio, in merito ai due provvedimenti approvati ieri in Consiglio relativi al Piano Gestione Rifiuti e al Piano Trasporti”. È quanto dichiara il consigliere Bevacqua, relatore di entrambi gli atti normativi. “Si tratta –afferma il consigliere Bevacqua – di due leggi qualificanti per l’intera legislatura, che proseguono la linea di innovazione, programmazione, salvaguardia e valorizzazione del territorio, avviata con il QTRP e  con la nuova legge urbanistica. Se, infatti, il Piano Rifiuti giunge dopo sedici anni di commissariamento, per un nuovo Piano Trasporti si attendeva da quasi venti anni. Un lasso di tempo durante il quale nessuna revisione è stata posta in essere dall’ente Regione, con conseguenze facilmente immaginabili rispetto agli scenari mediterranei ed europei che nel frattempo si sono determinati. Attraverso questi interventi organici, il Consiglio si è assunto la responsabilità di  normare nel merito di materie quanto mai complessa e colme di criticità che i cittadini vivono quotidianamente sulla loro pelle”.

“La mia soddisfazione  – prosegue Bevacqua –  è avvalorata anche dal fatto che le numerose audizioni tenutesi in Commissione hanno meritoriamente prodotto l’inserimento nei testi di opportuni miglioramenti e integrazioni. Mi riferisco, per esempio, all’inserimento nel Piano Trasporti delle aviosuperfici presenti in Calabria e riconosciute dall’Enac; alla conferma dell’aeroporto della Sibaritide, per come previsto nel piano vigente; all’inserimento dell’aeroporto minore dell’Alto Tirreno e Bassa Basilicata. Grazie all’estrema disponibilità manifestata dagli assessori Rizzo e Russo, le proposte sono state attentamente vagliate e, sovente, recepite, senza mancare di rispettare l’obiettivo prefissato di giungere all’approvazione definitiva entro la fine dell’anno: avere rispettato i tempi è la dimostrazione che la politica può e deve mantenere fede agli impegni presi. Per il traguardo raggiunto voglio, inoltre, ringraziare tutti i componenti della commissione, di maggioranza e di minoranza, che, con spirito collaborativo e costruttivo, hanno agevolato il percorso, rendendolo il più veloce possibile, nel rispetto dei ruoli e dei soggetti coinvolti”. “Come il Piano Gestione Rifiuti – continua Bevacqua – mira a un vero e proprio cambio di prospettiva dei cittadini calabresi e dei Comuni verso i rifiuti che, da oggi, dovranno essere guardati come una vera risorsa per la nostra regione e come una concreta possibilità di applicazione di un’economia ecologica e circolare, così il Piano Trasporti presuppone una regia forte e autorevole a livello regionale, nonché la lungimiranza di superare quei localismi che, nel passato, hanno spesso ritardato o affossato progetti ambiziosi e iniziative legislative. Ecco perché, anche gli Enti locali sono chiamati a svolgere un ruolo essenziale: senza una loro responsabilizzazione, infatti, sarà impossibile rispettare i tempi e gli obiettivi prefissati”. “Relativamente al Piano Rifiuti – sottolinea Bevacqua – bisogna immediatamente provvedere alla costituzione degli enti di governo degli ATO, alla redazione dei Piani d’Ambito e all’individuazione dei nuovi siti, affinché i Comuni possano avere a disposizione, nel più breve tempo possibile, l’impiantistica pubblica di trattamento a supporto della raccolta differenziata. Quanto al Piano Trasporti, per la prima volta esso individua le risorse per fare fronte agli obiettivi, il che dimostra la sua solidità e la determinazione nel voler cambiare registro.

La Calabria – conclude Bevacqua – deve essere messa in grado di coltivare l’ambizione di essere ambiziosa: questi due nuovi strumenti vanno nella giusta direzione. Sia chiaro, l’approvazione legislativa non è il traguardo finale: è, però, ciò che renderà possibile l’avvio di un percorso virtuoso, aperto alle più ampie riflessioni e contributi che matureranno nei mesi a venire”.

Commenta

commenti