Home / Attualità / Confagricoltura: olio calabrese salvo

Confagricoltura: olio calabrese salvo

confagricolturaGrazie al sostegno di alcuni europarlamentari, l’olio calabrese è stato premiato da nuovi parametri. Lo afferma in una nota stampa Confagricoltura Calabria. Che dopo aver sottolineato il rischio corso dalle produzioni olivicole calabresi – a causa di decisioni assunte a livello europeo – rimarca la vittoria di una battaglia decisiva per il futuro degli olivicoltori calabresi.
“Confagricoltura e Anga – la sigla che riunisce i giovani imprenditori di Confagricoltura – hanno intrapreso un’intensa azione di rappresentanza sindacale a Roma e a Bruxelles. Che non ha tardato a produrre risultati, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale europea del regolamento che fissa i parametri per gli acidi grassi nell’olio extra vergine.

CONFAGRICOLTURA, OLIO CALABRESE SODDISFA NUOVI REQUISITI

I nuovi limiti, infatti, sono fissati rispettivamente a 0,40% per l’acido eptadecanoico,  a 0,60% per l’acido eptadecenoico, a 0,50% per l’acido eicosenoico; ciò significa che il nostro olio extravergine è salvo e soddisfa i requisiti previsti a livello comunitario potendo, quindi, essere commercializzato come prodotto autoctono Calabrese ed IGP Olio di Calabria. Come federazione regionale ringraziamo la Confederazione Nazionale per il sostegno ricevuto cosi come esprimiamo il nostro plauso agli eurodeputati che hanno compreso il rischio ed hanno affiancato il nostro sforzo. Ci riferiamo a Paolo De Castro, presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, ed a Laura Ferrara, unica rappresentante calabrese a Bruxelles.
Ora, neutralizzato il rischio, spetta a noi il compito di costruire un sistema produttivo olivicolo più forte e coeso mettendo a frutto le opportunità offerte dal marchio IGP Olio di Calabria”.

 

Commenta

commenti