Home / Breaking News / COMUNICATO STAMPA – AL VIA LA XV ed. “LA CITTA’ DELLA MUSICA”

COMUNICATO STAMPA – AL VIA LA XV ed. “LA CITTA’ DELLA MUSICA”

Sabato 16 Concerto del gruppo Graziosi Ardimenti ore 19 a Tenuta Ciminata Greco

AL VIA LA XV ed. “LA CITTA’ DELLA MUSICA”

Un ricco cartellone di eventi musicali per la terza Città della CalabriaCORIGLIANO-ROSSANO (Cs) 13/11/2019 – Ritorna l’appuntamento con la musica e la cultura de “LA CITTA’ DELLA MUSICA”. La fortunata kermesse, giunta alla sua XV edizione, riapre i battenti con un cartellone fitto di appuntamenti di alto profilo musicale e sociale nella terza città della Calabria.

Il cartellone di questa edizione prevede circa 15 concerti gratuiti, distribuiti da novembre a luglio, per lo più di musica da camera, formazioni orchestrali, etnico-pop e jazz. La rassegna è ormai diventata stabile nel panorama culturale comunale di Corigliano-Rossano ed attesa dai numerosi appassionati di tutto il comprensorio.

Sabato 16 novembre parte ufficialmente la quindicesima edizione de “La Città della Musica”, con il gruppo Graziosi Ardimenti alle ore 19 presso la suggestiva cornice di Tenuta Ciminata Greco a Rossano. Si esibiranno Barbara Tucci (soprano), Sabrina Donato (Traversiere), Fausto Castiglione (Viola da Gamba), Donatella Chiodo (Clavicembalo). Ad introdurre ed impreziosire la serata Elisabetta Salatino (Etnomusicologa). Il concerto è offerto dalla Società Acam Beethoven di Crotone.

La programmazione, così come negli anni passati – sottolinea il direttore artistico M° Giuseppe CAMPANA – è stata concepita non solo come mero momento musicale, ma come espressione culturale a tutto tondo. I concerti si sposteranno spesso dalla sala del CSM verdi per “incontrare” i luoghi di lavoro, presso eleganti laboratori o stabilimenti industriali.  La kermesse ospiterà musicisti tra i più quotati del territorio nazionale (docenti di Conservatorio, vincitori di concorsi internazionali…) ed artisti provenienti dall’estero. Il cartellone è stato realizzato in collaborazione con associazioni ed aziende tra le più prestigiose ed importanti: oltre al Centro Studi Musicali G. Verdi sono presenti la Pro Loco Rossano La Bizantina,  Lions Club Rossano Sybaris, White Castle Corigliano, Gruppo donatori di sangue FRATES Rossano, Ristorante LE MACINE Rossano, Unipol Sai Rossano, Centro Ottico Pugliese  Rossano, Tenuta Ciminata Greco, Kiwanis Club di Corigliano-Rossano “Ippodamo da Mileto”,  Gallo Azienda Agricola Corigliano, Mondadori Bookstore Rossano, Grafosud, Gabriele, Società Acam Beethoven di Crotone e Associazione Orfeo Stillo di  Paola.

 GRAZIOSI ARDIMENTI

Sorto nel 2015 per iniziativa di un gruppo di amici musicisti, propone l’esecuzione con strumenti storici e secondo l’antica prassi esecutiva di musica sacra e profana del XVII e XVIII secolo; è inoltre attivo nel campo della ricerca, della didattica e delle attività di promozione della musica antica, in particolare nei confronti del pubblico giovanile. Molti degli spettacoli prodotti, che prevedono formazioni variabili a seconda del repertorio affrontato, si caratterizzano per la correlazione tra musica, testi, azione scenica e danza. Attento alla filologia ed alla prassi esecutiva dell’epoca, l’ensemble non trascura di riproporre i brani vocali e strumentali con quella fantasia ed esuberanza tipici dell’atteggiamento barocco. Il gruppo ricostruisce gli ambienti e le convenzioni del periodo barocco avvalendosi della musica, della poesia, della danza, dei costumi. Il suo obiettivo è di “appassionare gli animi e smuovere la sfera emotiva ed emozionale del pubblico” ricostruendo episodi storici e facendo rivivere storie e personaggi dell’epoca, con predilezione verso gli avvenimenti svoltisi nel Sud dell’Italia. Ha recuperato e riproposto in forma di spettacolo teatrale con musica le vicende della poetessa Isabella Morra e del Castellano di Cosenza Diego Sandoval De Castro, in collaborazione con il Comune di Valsinni (Matera) proponendolo in tutta Italia. L’Ensemble ha suonato in Festival di Musica Antica nazionali e internazionali, dove promuove e valorizza il patrimonio storico e artistico Meridionale, proponendo nei suoi concerti/spettacolo brani del repertorio di musica popolare del 600 e del 700 meridionali, anche in dialetto, facendone opera di recupero e di trascrizione, preservandone la memoria e la corretta esecuzione con prassi barocca. Dal 2015 fino ad oggi il gruppo svolge attività concertistica in Italia e partecipa con successo a Festival di Musica Antica. Ha suonato presso palazzi storici di Rossano, presso il Castello di Corigliano, nel Museo di Arte Sacra di Rogliano, per il Festival delle Invasioni a Cosenza. Ha recuperato e rappresentato la tragica vicenda di Isabella Morra di Valsinni con il castellano di Cosenza Don Diego Sandoval de Castro, evento presentato in prima edizione assoluta presso il Castello Svevo di Cosenza nel dicembre del 2016. Dal 18 al 20 giugno del 2019 ha organizzato la prima edizione del Festival di Musica Antica dal titolo “Così nel mio parlar, Ardori, affetti e languori del Barocco”, con il Patrocinio della Provincia di Cosenza che ha visto la partecipazione di ospiti nazionali e internazionali, con la partecipazione di un pubblico specializzato e di amatori che hanno potuto visitare il Salone degli Specchi e la Chiesa barocca di San Domenico. Il Gruppo ha animato il 3° Festival della Lettura Reading presso il Convento di San Francesco di Paola in Località Pedace – Casali del Manco, evento patrocinato dalla Provincia di Cosenza, dalla Regione Calabria, dal Parco Nazionale della Sila. Ha aperto la prima edizione del Festival di Musica Antica di Brianza Classica, suonando presso il Chiostro dell’Oasi di San Gerardo dei Tintori a Monza. Ha inaugurato suonando musiche di Vivaldi, Haendel, e Monteverdi, il Festival di Musica Barocca Oriente e Occidente presso la Chiesa del Carmine di Bari. I componenti sono docenti presso il Liceo Musicale “Lucrezia della Valle” di Cosenza.

Programma

Claudio Monteverdi: Si dolce è ‘l tormento

Claudio Monteverdi: Ohimé ch’io cado

Jean Marie Leclair: Trio sonata in la maggiore op.13 n.2

(Adagio, Allegro, Sarabanda- Largo, Allegro assai)

Anonimo: Madonna del Pettoruto

Antonio Vivaldi: All’ombra di sospetto, Cantata

Badore Sini: Non potho reposare

Anonimo: Amante felice sopra l’Aria della Ciaccona


 

Commenta

commenti