Home / Breaking News / Comitato per il Sì In-Comune, referendum unico strumento democratico

Comitato per il Sì In-Comune, referendum unico strumento democratico

comitato per il sìIl Comitato per il Sì In-Comune chiede di conoscere la reale volontà dei cittadini e del consigliere comunale Caravetta, firmatari di un ricorso al Tar avverso all’avvio del processo di fusione con il comune di Rossano. “A seguito della ventilata ipotesi di un comunicato stampa attraverso cui sarebbero state esposte e chiarite le ragioni del ricorso, chiediamo di conoscere in che data ed in quale luogo si terrà la relativa conferenza stampa. Essendo ormai trascorsi diversi giorni dalla pubblicazione della notizia. E in nome del diritto dei cittadini ad avere chiarezza riguardo ad un tema così importante. Noi riteniamo che la fusione tra i due comuni di Corigliano e Rossano sia una occasione storica.

Comitato per il Sì: processo fusione non sarà arrestato a colpi di sentenza

E intendiamo batterci per la difesa del diritto dei cittadini a poter decidere del proprio futuro. Attraverso l’espressione del proprio voto. Unico e irrinunciabile strumento democratico per la decisione di questioni di siffatta importanza. Un processo di fusione che non sarà sicuramente arrestato a “colpi di sentenza”. Per tali ragioni intendiamo opporci con tutti i mezzi previsti dalla legge ad un ricorso carente, a parere di chi scrive, di contenuti sostanziali e procedurali, auspicando anche un intervento ad opponendum nel procedimento ammministrativo da parte delle istituzioni locali di Corigliano e Rossano coinvolte nella fusione, precisando come anche la questione di Casali del Manco parrebbe ormai risolta e non impugnata dal Governo centrale. I cittadini hanno il diritto di essere informati con chiarezza!

Commenta

commenti