Home / Attualità / Comitato 100 associazioni alla Notte di Primavera

Comitato 100 associazioni alla Notte di Primavera

Comitato 100 associazioniIl Comitato 100 associazioni per la fusione di Corigliano e Rossano sarà presente questa sera alla Notte di Primavera con un banchetto informativo. I benefici della fusione saranno l’argomento con cui si sensibilizzeranno i cittadini che vorranno approfondire la tematica. Altri ne seguiranno durante questa lunga campagna referendaria, anche a Corigliano. Un momento storico, quello in corso, importante. Che potrebbe sfociare – se nel referendum del prossimo 22 ottobre prevarranno i sì – con la fusione in una unico comune da 80 mila abitanti. Nascerebbe la terza in Calabria dopo Reggio e Catanzaro per popolazione e la prima per estensione territoriale.

Questi alcuni punti riportati sul volantino informativo – seguirà una brochure con tutti gli approfondimenti del caso – relativi ai benefici della fusione:

  • Insieme siamo più forti!
  • La futura città di Corigliano-Rossano sarà la 3a della Calabria dopo Reggio e Catanzaro per popolazione, la 1a per superficie. La 70a in Italia per popolazione e la 29a per superficie territoriale.
  • Corigliano-Rossano sarà una città guida della Calabria. E in un prossimo futuro sede di Area Vasta.
  • Saremo più ricchi perchè lo Stato incentiva le fusioni. Per 10 anni il nuovo comune potrà contare sul 40% in più dei contributi statali ogni anno.
  • Saremo ancora più ricchi perché avremo una corsia preferenziale nell’intercettazione dei fondi e degli investimenti dell’Unione Europea e della Regione.
COMITATO 100 ASSOCIAZIONI, I PUNTI SUL VOLANTINO INFORMATIVO
  • Ci sarà più lavoro. Il nuovo comune potrà spendere di più in infrastrutture (strade, nuovi uffici, servizi al cittadino ecc.) e turnover comunale. Perchè potrà non tener conto dei vincoli fissati dal patto di stabilità.
  • Taglieremo i costi della politica del 50%: passeremo da 64 amministratori a 32 (1 sindaco, 24 consiglieri comunali ed un massimo di 7 assessori)
  • La fusione migliorerà la qualità della vita dei cittadini grazie ad una più razionale erogazione dei servizi offerti dal nuovo comune (trasporti, quindi collegamenti con aeroporto, ferrovia ss. 106, porto; sanità, rifiuti, uffici, scuola, giustizia, sicurezza, sport e tempo libero).
  • Una città di 80 mila abitanti potrà ricollocare baricentricamente tutti gli uffici amministrativi di interesse comune e zonale.
  • Avremo maggior peso e rappresentanza politica in Provincia, Regione e Parlamento: la sintesi fra Corigliano e Rossano porterà inevitabilmente a eleggere più rappresentanti ai vari livelli.
  • Il nuovo comune concentrerà necessariamente maggiori attenzioni verso le vocazioni territoriali, volano di economia e sviluppo: agricoltura, turismo, artigianato.
  • I nostri beni naturali, culturali e architettonici (Castello ducale, Codex Purpureus, Chiese, Mare, Montagna ecc.) assumeranno maggior valore grazie alla gestione unica e coordinata delle risorse.

Commenta

commenti

Inline
Inline