Home / Attualità / Codex, allo studio evento a San Francisco

Codex, allo studio evento a San Francisco

codexCodex Purpureus Rossanensis marcatore identitario cardine do Rossano quale destinazione turistico-culturale da visitare ed apprezzare 365 giorni l’anno. Un’operazione che richiede da parte di tutti gli attori coinvolti, da una parte, coerenza ed efficacia nella trasmissione di un messaggio di comunicazione interna ed esterna. Che faccia leva sui soli marcatori identitari distintivi. Dall’altra, uno sforzo sinergico e senza precedenti, soprattutto in termini di contenuti e lavoro di squadra. Per far convergere attorno al Codex ed al centro storico il maggior numero di visite, eventi ed interessi di tutti gli attori sociali.

Lo ha dichiarato l’assessore alla cultura Serena Flotta. Incontrando la giornalista USA Catthy Robbins, rappresentante delle associazioni italo-americane della California. Nonché referente dell’Istituto Italiano di Cultura presso il Consolato Italiano di San Francisco. L’incontro si è svolto stamani (mercoledì 21 giugno) a Rossano per visitare il Codex e la Città alta. Nell’ambito di un tour complessivo di soggiorno in Calabria, per tutto il mese di giugno. Finalizzato a ricerche ed alla preparazione di un saggio sulla Calabria di ieri e di oggi. Ad accompagnare la Robbins, insieme al vicedirettore del Museo Diocesano e del Codex Cecilia Perri, c’era lo storico Franco Filareto. Con il quale, d’intesa con l’Amministrazione Comunale e con la Diocesi di Rossano-Cariati è allo studio l’organizzazione di un imporrante culturale di promozione internazionale del Codex. Da tenersi a San Francisco, negli Stati Uniti d’America.

 CODEX, TAPPA A ROSSANO DI UNA FITTA SERIE DI VISITE

La tappa della Robbins nella Città del Codex si inserisce in una fitta serie di visite. Che l’hanno portata e, fino a fine giugno, la vedranno in visita in numerose altre città e località calabresi. Da Reggio Calabria a Cosenza, da S.Andrea Apostolo dello Jonio (terra natale dei genitori della ricercatrice) ad Amantea, da Longobardi a Bovalino, da Oppido a Gambarie in Aspromonte. La stessa ROBBINS è stata inoltre protagonista nei giorni scorsi di un simposio tra esperti, docenti e studenti, sulla diaspora italiana nel mondo, promosso dalla e presso l’Università della Calabria.

Commenta

commenti

Inline
Inline