Home / Breaking News / Civita, il sindaco “blinda” gli ingressi alle Gole del Raganello

Civita, il sindaco “blinda” gli ingressi alle Gole del Raganello

Ordinanza con «disposizioni più restrittive» per rafforzare i controlli sugli accessi al canyon a poco meno di un anno dalla tragedia costata la vita a dieci persone

civitaNuove disposizioni «più restrittive» per “blindare” l’accesso alle Gole del Raganello dopo la tragedia del 20 agosto dello scorso anno. Un dramma che ha causato la morte di 10 persone, nove escursionisti e una guida. Il sindaco di Civita, Alessandro Tocci, ha infatti firmato un’ordinanza «inviata al Prefetto di Cosenza, al Questore di Cosenza, al commissariato Ps di Castrovillari; e ancora al comando stazione Carabinieri, alla stazione dei carabinieri di Francavilla Marittima e al raggruppamento dei carabinieri Parco». Diversi i nuovi paletti per limitare la circolazione nell’area posta sotto sequestro dalla Procura di Castrovillari. Un’ordinanza, spiega una nota, «resasi necessaria per rafforzare il controllo; e, soprattutto, per evitare che vi siano ingressi dal territorio di Civita nelle Gole».

Tocci ha disposto «di autorizzare l’apposizione di una fune in acciaio a sostegno della rete da cantiere di colore rosso, da apporre all’ingresso delle Gole dal Ponte del Diavolo a salire nonché all’innesto del dsentiero presso l’Ostello della Gioventù; che venga intensificata la segnaletica verticale, mediante l’informativa sui citati divieti già dall’ingresso dei sentieri di accesso alle Gole del Raganello;che i richiamati divieti e impedimenti vengano estesi anche al ponte d’Ilice». Il sindaco ha disposto anche che l’ordinanza «sia trasmessa per quanto di rispettiva competenza ai comuni di Francavilla Marittima, Cerchiara di Calabria, San Lorenzo Bellizzi, affinché il suo rispetto sia garantito, dando notizia allo scrivente di tutti gli adempimenti adottati».


Commenta

commenti