Home / Attualità / Civita, il consiglio comunale ha approvato tutti i punti all’ordine del giorno

Civita, il consiglio comunale ha approvato tutti i punti all’ordine del giorno

L’assise comunale ha approvato il bilancio di previsione 2020/2022 e le determinazioni sull’acquisizione di un terreno per l’ampliamento del cimitero comunale

Il consiglio comunale di Civita, riunitosi, in seduta ordinaria, giovedì alle 18.30, ha approvato, in meno di due ore, tutti e nove i punti che erano stati posti all’ordine del giorno, tra cui il Bilancio di previsione e il punto riguardante l’acquisizione di un terreno per l’ampliamento del cimitero comunale.

L’assise comunale si è aperta con un minuto di raccoglimento per ricordare la prematura scomparsa della presidente della Giunta regionale calabrese, Jole Santelli. Subito dopo, il sindaco Tocci nelle sue comunicazioni ha dato notizia al consiglio comunale, plaudendo all’iniziativa, della costituzione  del “Comitato Difesa e Promozione della Salute Pubblica – Distretto del Pollino”.  Un comitato che, alla luce degli ultimi avvenimenti e, soprattutto, delle drammatiche criticità esistenti in tema di Sanità nel comprensorio del Pollino , ha la volontà “di collaborare offrendo spunti e proposte alle Istituzioni, in primo luogo e in particolar modo alla Conferenza dei sindaci. Un Comitato che si propone l’apertura di un Tavolo di Concertazione aperto alle Istituzioni, alle organizzazioni dei lavoratori, e alle aggregazioni della società civile e del volontariato che, “sul campo, si stanno battendo per il miglioramento qualitativo della sanità calabrese”.

Il sindaco Tocci ha dato notizia, altresì, della Lettera appello che Giuseppe Chimisso, cittadino onorario del comune di Civita e presidente dell’associazione, “Skanderbeg” di Bologna, ha inviato al consiglio comunale di Civita sulla drammatica e violenta aggressione dell’Arzebaigian alla Repubblica Artsakh (Nagorno Karabak) chiedendo all’assise civitese, tra le altre cose, “la condanna dell’azione di sostegno militare della Turchia all’aggressione azera e fermare la politica nei confronti dei popoli non turchi nella regione caucasica che ricorda il genocidio perpetrato un secolo addietro dai Turchi Ottomani contro i cristiani armeni”. Entrambi i documenti sono stati favorevolmente accolti dall’intero consiglio comunale.  Dopo le “comunicazioni” del sindaco, che ha espresso piena solidarietà ai commercianti, ai ristoratori e ai baristi dell’intero comprensorio del Pollino, augurandosi che il Governo provveda a liquidare, nel minor tempo possibile, a queste categorie duramente colpite dalla dichiarazione di “Zona Rossa” i ristori promessi,  si è proceduto  con l’approvazione dei verbali della seduta precedente avvenuta all’unanimità”. I punti, dal secondo punto al sesto,  “approvazione del Regolamento Imu,  “approvazione aliquote e detrazioni Imu per l’anno 2020”, “approvazione del Regolamento Tari”, “approvazione delle tariffe per l’applicazione della tassa sui rifiuti (Tari) – Anno 2020 –  conferma Impianto tariffario 2019” e  l’approvazione del Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni immobiliari per il periodo 2020/2022 (Art. 58 D.L.25 giugno 2008, 112, convertito con modificazioni dalla Legge 6 agosto 2008 n°133 e Smi)” sono stati approvati con il voto favorevole dei consiglieri di maggioranza presenti e l’astensione dei due consiglieri di minoranza presenti in aula, Eliana Bruno e Maria Pirrone. Il settimo punto, “approvazione della nota d’aggiornamento al Dup 2020/2022” e l’ottavo punto, “approvazione bilancio di previsione 2020/2022”,  dopo un dibattito in cui sono intervenuti il sindaco, i consiglieri di maggioranza Rosella Iuele, Vincenzo Mastrota, Antonio Vavolizza e Andrea Ponzo, e Eliana Bruno e Maria Pirrone, per la minoranza,  sono stati approvati con il voto della maggioranza e il voto contrario dei due consiglieri di minoranza.

L’assise si è chiusa con l’approvazione da parte della maggioranza e l’astensione della minoranza del punto “Acquisizione terreno per ampliamento cimitero comunale – Determinazioni”. Intanto, questa  mattina il sindaco di Civita, Alessandro Tocci, con una propria ordinanza, al fine di contenere e prevenire il rischio di diffusione del virus da Covid – 19, ha disposto: “la chiusura al pubblico degli uffici comunali con decorrenza da oggi venerdì 06 novembre 2020 e fino al 03 dicembre 2020, salvo proroghe o nuove disposizioni ministeriali. Per la presentazione delle istanze di qualunque natura, documenti e/o richieste di informazioni o rilascio di atti, è fatto obbligo all’utenza di utilizzare prioritariamente i canali telematici istituzionali. In caso di necessità è possibile contattare l’ufficio di riferimento per fissare un appuntamento con il personale preposto».


Commenta

commenti