Home / Attualità / Città unica Corigliano-Rossano: il contributo giornalistico dell’Eco dello Jonio

Città unica Corigliano-Rossano: il contributo giornalistico dell’Eco dello Jonio

Un momento della trasmissione di ieri sera, con i Presidenti delle squadre di calcio della città

di SERAFINO CARUSO*

La crescita di una comunità si misura in tanti modi. Da quello che c’è e da quello che ci potrà essere. Da ciò che si desidera e da ciò che si può fare. Corigliano-Rossano, questa nuova grande città che pian piano deve avviarsi a diventare davvero (nei fatti e non soltanto sulla carta…) la terza città della Calabria, non crescerà solo ed esclusivamente se crescerà il livello politico. No. Questa città crescerà anche se ognuno di noi prenderà consapevolezza di quello che ci aspetta. Se ognuno di noi farà il proprio dovere, in ogni settore. Ed è per questo che noi, come redazione de L’Eco dello Jonio, grazie ad un Editore lungimirante come l’avv. Vincenzo Lapietra e tutta la famiglia Lapietra, da sempre disponibili in ogni attività che portiamo avanti, abbiamo assunto, sin dall’inizio di questo progetto editoriale, una linea che va in questa direzione.

L’ECO IN DIRETTA: LA FAMIGLIA LAPIETRA A SOSTEGNO DELLA CRESCITA DEL TERRITORIO

Da qualche settimana stiamo producendo, senza alcun contributo pubblico né pubblicitario, ma solo grazie al sostegno economico della Famiglia Lapietra, una trasmissione televisiva, “L’Eco in diretta”, che trasmettiamo sulla nostra pagina Facebook ogni giovedì e che vuole portare al centro del dibattito mediatico le prospettive di sviluppo di questo territorio. Iniziativa sostenuta dal nostro Editore con entusiasmo e tanti stimoli. Parliamo di fusione, di città unica Corigliano-Rossano, degli inevitabili disagi affiorati in questa prima fase di questo più ampio percorso, di sport, di dissesto idrogeologico, di vertenze territoriali, di infrastrutture, dando voce ai cittadini e ai protagonisti della società civile. Ieri sera, ad esempio, abbiamo parlato di sport, di calcio. E lo abbiamo fatto con chi, giornalmente, mantenendo una squadra a certi livelli, va incontro a spese a fronte di pochissime entrate, ovvero i presidenti delle quattro squadre di calcio più rappresentative della grande città (senza dimenticare le realtà minori, alle quali va il nostro plauso e sostegno). Ne è venuto fuori, come anche nelle precedenti puntate dove gli argomenti erano diversi, un confronto sereno, costruttivo, capace di poter avviare anche nel calcio quell’idea di unione che possa portare, a breve, le giuste soddisfazioni che questa città e tutti nostri appassionati di calcio meritano. Noi, come addetti al mondo dell’informazione, abbiamo il dovere e il piecere di fare tutto questo. Con entusiamo e passione. Il tutto, lo vogliamo ribadire ancora una volta perché ci sembra giusto, a totale carico del nostro Editore.

Qualcuno potrebbe obiettare che chi ha la possibilità di farlo è giusto che lo faccia. Per carità, rispettiamo ogni pensiero. Però noi, che siamo dentro a questo non facile, ma sempre affascinante, mondo dell’informazione, diciamo che non è affatto scontato che un imprenditore investa in questo settore, peraltro senza alcun ritorno economico. Non cerchiamo lodi, non vogliamo medaglie. Né per noi né per l’Editore. Assolutamente. Ma vorremmo che la cittadinanza e tutto il territorio riconoscessero, finalmente, almeno gli sforzi che si fanno per poter dare voce a questa città, a questa terra, ai nostri cittadini, sia di Corigliano-Rossano che di tutta la Provincia di Cosenza e della stessa Calabria.

DIAMO E DAREMO VOCE A QUESTA TERRA E ALLA SUA GENTE

Crediamo fortemente in questa terra, nel lavoro che facciamo, nella capacità che abbiamo, come città e popolazione, di poterci certamente risollevare. Abbiamo tantissime risorse, abbiamo mille motivi per poter credere che questo comprensorio possa finalmente destarsi e ambire a traguardi ambiziosi sì, ma non certo irraggiungibili. Noi de L’Eco dello Jonio ci crediamo, cercando di fare sempre il nostro umile e onesto dovere. Diamo a daremo voce a questa terra e a questa gente. Convinti che tutti insieme, remando tutti nella stessa direzione, ce la possiamo fare. L’informazione, in tutto questo, gioca un ruolo fondamentale ed è per tale motivo che siamo sempre qui, pronti al confronto, alla discussione, alla critica costruttiva, al dialogo.

*direttore responsabile de L’Eco dello Jonio

Commenta

commenti