Home / Attualità / Cinzia Guercio è il nuovo Prefetto di Cosenza

Cinzia Guercio è il nuovo Prefetto di Cosenza

La rappresentante del Governo è stata nominata dal Consiglio dei Ministri per sostituire Paola Galeone dopo i fatti giudiziari che l’hanno interessata

Il Consiglio dei Ministri ha nominato il nuovo Prefetto di Cosenza, si tratta di Cinzia Guercio che arriva nella provincia Bruzia dopo aver guidato la prefettura di Isernia. Laureata in giurisprudenza con una specializzazione in scienze amministrative la storia del neo Prefetto Guercio parla di una vita spesa a servizio dello Stato: prima come dirigente di Polizia poi come funzionario del Ministero dell’Interno.


Nominata Prefetto il 3 agosto 2011, Cinzia Guercio ha presieduto la Commissione straordinaria per l’amministrazione del Comune di San Giuseppe Vesuviano, sciolto per infiltrazioni di criminalità organizzata. In seguito, ha gestito il commissariamento ordinario del comune di Avellino dal 31 ottobre 2012 fino al 2013. Dal 2013 al 2015 ha svolto l’incarico di Responsabile della prevenzione della corruzione e della Trasparenza del Ministero dell’interno. Nel marzo 2015, invece, è stata chiamata a ricoprire il difficile incarico di componente della Commissione straordinaria per lo scioglimento per infiltrazioni di criminalità organizzata dell’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, primo caso in assoluto di gestione straordinaria di una struttura ospedaliera in Italia.
Dal 13 febbraio 2017 fino al 9 agosto 2018 ha assunto l’incarico di Direttore centrale della Direzione centrale dei  Servizi tecnico logistici e della gestione patrimoniale del Dipartimento della pubblica sicurezza ed il 28 novembre 2018 è stata nominata Prefetto della Provincia di Isernia ed oggi è il nuovo Prefetto di Cosenza. Cinzia Guercio subentra a Paola Galeone che – come ricordiamo – il 2 gennaio scorso è finita agli arresti domiciliari con l’accusa di induzione indebita a dare o promettere utilità dopo la denuncia avanzata da un’imprenditrice di Cosenza. In una nota di Palazzo Chigi si riferisce che Paola Galeone è collocata disposizione ai sensi dell’articolo 237 del Dpr n. 3 del 1957.

Commenta

commenti