Home / Attualità / Castrovillari: il programma elettorale di Mimmo Lo Polito in pillole

Castrovillari: il programma elettorale di Mimmo Lo Polito in pillole

Il 4 e il 5 ottobre Castrovillari avrà il suo nuovo Sindaco e Consiglio comunale. Di seguito le proposte del candidato del Centrosinistra Mimmo Lo Polito

Nell’esercizio del mandato da Sindaco il primo impegno sarà attuare integralmente il programma elettorale presentato ed esplicitato durante la campagna elettorale. Così, obiettivo prioritario da perseguire è la garanzia dell’effettiva partecipazione dei cittadini ad ogni scelta di governo.

SITUAZIONE FINANZIARIA DELL’ENTE

L’ente comunale è stato dichiarato in situazione di dissesto. Per le partite debitorie fino al 31/12/2019 è competente l’OSL (Organismo Straordinario di Liquidazione) che è già stato da tempo nominato ed è operativo. La situazione di ente strutturalmente deficitario era stata conclamata con delibera della Corte dei Conti del 6 settembre 2012 in sede di verifica del consuntivo 2010. Nonostante gli sforzi profusi non è stato possibile evitare tale dichiarazione stante l’entità dei debiti, ammontanti ad oggi, a quasi 18 milioni di euro per mutui e circa 16 milioni da rimborsare alla cassa depositi e prestiti ex d.l. 35/2013 e 66/2014. Tuttavia, la sana gestione dei 5 anni precedenti consente la copertura di nuovi mutui essendovi capienza di bilancio.

CASTROVILLARI VERSO IL FUTURO

La città “intelligente” è una “proiezione astratta di comunità del futuro, un perimetro applicativo e concettuale definito da un insieme di bisogni che trovano risposte in tecnologie, servizi e applicazioni riconducibili a domini diversi, quali smart building, inclusion, energy, environment, government, living, mobility, education, health, people e molto altro ancora”. Rendere smart una città significa, dunque, sottoporla ad una serie di interventi coordinati e finalizzati al miglioramento della sua sostenibilità, energetica e ambientale, e della qualità dei servizi ai cittadini, tale da garantire partecipazione e cittadinanza attiva.

CASTROVILLARI ED IL TERRITORIO

In primo luogo occorre incrementare i collegamenti verso l’autostrada e lo jonio. Il collegamento con l’uscita Castrovillari Frascineto sarà realizzato con i lavori il cui progetto è in itinere e già finanziato dal CIPE per un ammontare di 6 milioni di euro. Occorre, ora, garantire una tratta stradale a scorrimento veloce riprendendo il vecchio progetto che partendo dalla Pietà, ove verrà realizzata una grande rotatoria di raccordo, possa collegare Castrovillari con Sibari passando per Cassano ionio. Occorre incrementare l’integrazione territoriale per essere in linea con la filosofia della nuova programmazione europea. E’ in corso il progetto, licenziato dalla conferenza di servizio, anche se con nostre perplessità, di creazione di una rete di fognante e di depurazione tra il comune di Castrovillari, San Basile, Frascineto e Civita. Trattasi di un progetto ad oggi finanziato per 12.2 milioni di euro, per i quali sono previsti ulteriori interventi per 3.8 milioni di euro, con il finanziamento attivo, provenienza CIPE, che non può essere disatteso essendo la problematica di competenza del commissario governativo. I PLL (Piani Locali per il Lavoro), progetto che si è classificato primo nella graduatoria regionale e premiato con 2,8 milioni di euro, hanno rappresentato con i 55 comuni messi insieme in unico partenariato, la prima attuazione del progetto “il filo rosso”. I 5,5 milioni di euro per la gestione associata del servizio di depurazione ed estendimento rete fognaria tra i comuni di Civita, Frascineto, San Basile e Castrovillari rientrano nella stessa logica. Su questa scia è stato definito con un numero elevato di enti locali, tre diocesi e due parchi il progetto del MIBACT: “Transumanze Culturali tra due Parchi”.

SVILUPPO DELL’AGRICOLTURA, TURISMO ED OCCUPAZIONE

Agricoltura Vogliamo lavorare in quello che si chiama settore primario. Bisogna cominciare a credere nell’agricoltura, ma a crederci davvero. Un’agricoltura che, così come altri settori, sia legata alla qualità e al valore del lavoro, alla tipicità, alla valorizzazione della biodiversità, alla territorialità e alla sostenibilità sociale e ambientale e all’integrazione con altre attività. In questi 5 anni uno sguardo sarà rivolto anche alle nostre zone collinari e montane

COMMERCIO ED IMPRESE

Il commercio al dettaglio è un altro elemento distintivo del nostro territorio. Consapevole del ruolo propulsivo che il settore commercio può rappresentare per l’economia e lo sviluppo di Castrovillari, è necessario predisporre, nell’ambito di un programma di interventi concreti, un Piano del Commercio anche in ossequio al disposto dell’art.41 della Costituzione che auspica “programmi e controlli opportuni perché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali”. L’obiettivo è quello di dotare Castrovillari di uno strumento per disciplinare lo sviluppo del settore della distribuzione.

SICUREZZA, DECORO E BELLEZZA

La sicurezza La sicurezza e l’ordine pubblico sono obiettivi primari da affrontare con ogni mezzo a disposizione. La percezione di insicurezza in moltissimi castrovillaresi è fortemente

GESTIONE DELLA RISORSA IDRICA

Nel corso degli ultimi 5 anni abbiamo realizzato un pozzo di proprietà comunale che ha portato a 40 litri al secondo la portata dell’acqua che non paghiamo più alla Sorical. Questo ha garantito l’aumento del quantitativo immesso in rete. Durante l’intera stagione estiva non si è quasi mai chiuso il serbatoio neppure nelle ore notturne. La zona nord di Castrovillari e quella di Cammarata, in passato sempre penalizzata, non hanno avuto nessun disagio. Resta il problema delle Vigne che non fa registrare una carenza idrica ma allo stesso tempo un uso sproporzionato dovuto a furti e usi impropri. Occorrerà intensificare i controlli. In questi 5 anni occorrerà, visto il finanziamento di tre milioni di euro già assegnato, procedere alla ingegnerizzazione delle reti, ai contatori elettronici, procedere progressivamente alla sostituzione degli impianti che costituiscono la rete idrica. Occorrerà poi creare nuovi pozzi per affrancarsi, definitivamente, dall’approvvigionamento Sorical.

RACCOLTA E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI

La scelta della raccolta differenziata da anni intrapresa dal comune di Castrovillari si è rivelata una scelta vincente. Maggiore cura del territorio e dell’ambiente. Il comune di Castrovillari è negli anni stato il primo in Calabria per percentuale di differenziata nei comuni sopra i 15.000 abitanti. E’ stato premiato anche da Legambiente per la qualità della differenziazione di alcune frazioni. Il sistema di raccolta a Castrovillari non si è mai bloccato a differenza di molti altri comuni della provincia. Abbiamo realizzato a ridosso del centro urbano un’isola ecologica che è un fiore all’occhiello dell’intera Calabria

URBANISTICA E TERRITORIO

Occorre immediatamente approvare il PSC già predisposto. La scelta fatta è quella del consumo di territorio “zero”. In questo senso si deve ristrutturare e recuperare. Tutti i documenti propedeutici sono stati realizzati. Occorre andare in consiglio comunale per l’approvazione del documento. Il nuovo edificato avverrà, per come sopra detto con i criteri della bioedilizia.

NUOVE INFRASTRUTTURE

In un’ottica di modernità ed aggregazione sociale, la città necessità di nuovi è ridefiniti spazi funzionali ad nuovo modo di intendere la vita urbana per essere un mix di tradizioni e funzionalità dettate dalle nuove esigenze.


Commenta

commenti