Home / Breaking News / Cassano: sorpresi a rubare pesche, finiscono in manette madre e figlio

Cassano: sorpresi a rubare pesche, finiscono in manette madre e figlio

cassanoFurto di frutta, sorpresi con circa cinque quintali di pesche madre e figlio finiscono in manette. La Guardia di Finanza di Sibari, nel corso di un servizio finalizzato al controllo del territorio ed alla prevenzione di furti a danno dei proprietari di fondi adibiti a frutteti, ha colto in flagranza di reato due soggetti di Cassano allo Ionio dediti al furto di frutta in un pescheto di Lauropoli. Rinvenendo nel vano posteriore ben 460 chili di pesche. I due, madre e figlio già noti alle forze dell’ordine, hanno confessato di averle prese furtivamente. Mentre il legittimo proprietario del fondo, individuato e contattato dai militari operanti, ha sporto denuncia. La donna e il figlio, accusati di furto, sono stati tratti in arresto. Su disposizione della Procura, sono stati accompagnati rispettivamente ai domiciliari e presso la Casa Circondariale di Castrovillari.

CASSANO, SCONGIURATA L’ILLECITA VENDITA DEI PRODOTTI FRUTTICOLI

I prodotti sottratti furtivamente, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati dissequestrati e contestualmente restituiti al legittimo proprietario. Il risultato di servizio ha scongiurato l’illecita vendita dei prodotti frutticoli sul mercato con conseguente evasione fiscale, a danno ai venditori onesti e possibile esposizione al rischio dei consumatori conseguente all’eventuale possibile presenza di insetticidi a base di imidacloprid ancora efficaci.
Un motivo in più per acquistare i prodotti alimentari presso filiera distributiva legale, la sola che può assicurate una piena ed effettiva tutela del consumatore.

Commenta

commenti