Home / Attualità / Cassano Jonio, psicosi da truffa. Due ragazzi si spacciano per funzionari delle poste

Cassano Jonio, psicosi da truffa. Due ragazzi si spacciano per funzionari delle poste

Avrebbero cercato di truffare alcuni pensionati del centro storico della città delle terme. Tante le segnalazioni arrivate alla locale tenenza di carabinieri

È psicosi della truffa in città. In questi giorni, due giovani, un ragazzo e una ragazza, sono stati segnalati andare a spasso per la città spacciandosi per funzionari delle poste. Secondo un gruppo di cittadini, i due avrebbero cercato di truffare alcuni pensionati nel centro storico della città.

La coppia sarebbe riuscita ad introdursi a casa di una anziana signora e, sfruttando come escamotage il fatto di dover controllare e notificare un aumento della pensione, avrebbero chiesto alla signora di poter visionare e ottenere il libretto postale stesso della pensione.

I due anziani che, nonostante l’età sono molto accorti e vigili, hanno avvisato il figlio che è prontamente intervenuto verificando lo stato delle cose e segnalando l’accaduto alla locale Tenenza dei Carabinieri.

La psicosi si è subito diffusa in città perché una signora ha raccontato di essere venuta a conoscenza di un episodio nel corso del quale qualcuno, la settimana scorsa, avrebbe bussato a casa di un’altra signora anziana a cui avrebbero strappato dal collo la catenina.

Anche in quel caso pare si sia trattato di persone che girovagavano dicendo di essere dipendenti delle poste.

Una vicenda simile, poi, si è verificata nelle scorse ore sempre nel centro storico di Cassano. Sempre due persone, stavolta due ragazzi, si aggiravano per le strade del borgo dicendo di essere inviati dell’Enel e chiedendo di visionare bollette e documenti. Anche in questo caso, diversi cittadini avrebbero segnalato tutto alle forze dell’ordine e pare che uno dei due sia stato fermato dai carabinieri in zona Cappuccini e condotto in caserma per fornire delle spiegazioni.


Commenta

commenti