Home / Attualità / Cassano, Garofalo: «Il Comune attivi un numero verde e una task force per gli anziani»

Cassano, Garofalo: «Il Comune attivi un numero verde e una task force per gli anziani»

Una richiesta in tal senso, arriva da Francesco Garofalo, portavoce dell’Associazione Amici “Alzheimer nel cuore, della città delle terme”

«Il Comune di Cassano attivi un numero verde dedicato agli anziani, per prevenire disagi, per affrontare difficoltà, che necessitano di aiuto e per affrontare al meglio la calura estiva».

«Le elevate temperature di questi giorni, diventano un vero e proprio problema per le fasce più deboli, in particolare per quelle che vivono da sole».

«Occorre creare – evidenzia Garofalo , una task force composta dai servizi sociali del Comune, i medici di base, dalla locale associazione Misericordia, dal comando di polizia municiapale, dalla tenenza dei carabinieri, dalla guradia di finanza di Sibari e dalle altre agenzie che operano sul territorio. Per gli anziani parzialmente o totalmente non autosufficienti o per i disabili vanno offerte prestazioni da svolgere direttamente presso il loro domicilio con l’ausilio di operatori qualificati.

Prevedere inoltre, un servizio di trasporto rivolto ai cittadini in condizioni fisiche o socioeconomiche svantaggiate per l’accompagnamenti a richiesta dell’interessato.  Con il grande caldo e l’afa prevista almeno fino a tutto il week end, è  ugente un piano di emergenza del nucleo fragilità anziani con priorità a quelli più soli e i meno abbienti.

E’ evidente, che tutto il sistema del welfare va rivisto e riportato nell’alveo delle competenze e delle professionalità, con personale sempre più qualificato, composto da un euquipe in grando di fronteggiare le varie emergenze che ciclicamente si ripetono. E’ ora, che il bilancio comunale, abbia il volto umano, come misure adeguate e corrispondenti alle nuove povertà e ad ogni forma di marginalità. I prossimi giornni – ha conlcuso -, saranno considerati da bollino rosso e l’obiettivo dovrà essere quello di garantire la massima operatività dei seriviz di assistenza alla persona, in particolare di coloro che sono maggiormente in difficoltà e in condizioni di fragilità».


Commenta

commenti