Home / Attualità / Cariati Unita: «La vergogna senza fine di un’Amministrazione di incapaci»

Cariati Unita: «La vergogna senza fine di un’Amministrazione di incapaci»

«La DISamministrazione   iGreco, che come è ormai risaputo e noto continua a tutelare solo ed esclusivamente gli interessi personali del cerchio magico, continua a consegnare il comune di Cariati a forestieri». Inizia così l’ennesimo affondo della Minoranza consigliare di Cariari Unita nei confronti della Maggioranza cittadina.

«Tutti gli incarichi lavorativi esterni del comune di Cariati – continuano nella nota – sono ormai appannaggio di fedeli sodali del cerchio magico che rispondono solo ed esclusivamente all’amico di turno che li ha nominati. Tutti questi hanno una cosa in comune: non sono di Cariati! Tra tutti, quello più scandaloso è l’incarico esterno, dato senza alcun concorso, senza alcuna selezione, senza alcunché, all’ufficio tecnico e con un semplicissimo affidamento diretto ad un signore di Montegiordano alla modica cifra di  € 2.500,00 mensili.

Le domande che si pongono dalla minoranza non sono poche: «Eppure di grandi risultati non ne sono visti! Abbiamo passato un’estate nella fogna, sommersi di spazzatura e senz’acqua…ma fosse solo questo! Come pensate si possa sentire un consigliere comunale che ricopre il suo ruolo su mandato popolare per garantire i diritti dei cittadini, che nel pieno esercizio delle funzioni, per avere gli atti e i documenti richiesti deve elemosinare favori quando le va bene, altrimenti porte in faccia dal forestiero – ben pagato – collaboratorino dell’ufficio tecnico, messo a ricoprire quel ruolo da un’amministrazione nulla facente,  scaricando, tra l’altro, le responsabilità della propria inefficienza sull’oberato e sfruttato personale LPU che insieme al dirigente dell’ufficio tecnico cerca di mantenere in piedi la “baracca”?»

È quello, fanno sapere, che è successo ieri mattina alla consigliera Montesanto e a tanti altri cittadini che non trovando il dirigente Chiarello, si erano a lui rivolti solo per necessità e chiarimenti.

«E mentre la svolazzante e festaiola sindaca, si diletta in superficiali attività nella buona compagnia dei suoi fidi quattro sodali che continuano a mantenere in piedi un’amministrazione inutile, inetta ed incapace di fare e di programmare, i cariatesi raccolgono le proprie cose e a fine estate cercano fortuna altrove. Bella questa Alternativa fatta di promesse non mantenute, di pressappochismo, di gente arroccata come non mai su comode poltrone lautamente pagate per non far nulla! Consapevoli ormai di non esserne all’altezza di quel ruolo che i cariatesi, con promesse ed inganni, hanno consegnato!».


Commenta

commenti