Home / Ambiente / Cariati: sequestrata discarica di rifiuti abusiva in un terreno privato

Cariati: sequestrata discarica di rifiuti abusiva in un terreno privato

cumuli di rifiuti tra gli ulivi

Una vasta discarica abusiva di rifiuti è stata scoperta a Cariati in un terreno privato in località Santa Maria. L’intera area, un fondo adibito a uso agricolo in un’area turistica, è stata posta sotto sequestro dai Carabinieri di Cariati guidati dal Luogotenente Nicodemo Leone. Rifiuti di ogni genere, posizionati in sacchi enormi accatastati uno sull’altro. E tanti altri rifiuti mescolati nel terreno. Presenti anche tracce di incendi, a testimonianza del fatto che qualcuno ha bruciato, in precedenza, altri cumuli di rifiuti. Dall’umido alla carta, dalla plastica al vetro e tanto altro materiale. La scena che si è presentata dinanzi agli occhi dei militari dell’Arma è stata a dir poco disgustosa. Una volta apposti i sigilli all’entrata del terreno agricolo, i Carabinieri hanno chiesto l’intervento del Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri (Noe) e dell’Arpacal per le verifiche del caso. Entro i prossimi giorni atteso il loro intervento.

L’AMMINISTRAZIONE GRECO IN PRIMA LINEA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA
greco

Il Sindaco di Cariati, Filomena Greco

Questa discarica esiste da tempo. Il privato, peraltro imprenditore del settore turistico, da anni sversava i rifiuti della sua attività in questo terreno di sua stessa proprietà. Nonostante a Cariati la raccolta differenziata sia partita già dallo scorso 9 gennaio. Con ottimi risultati, del resto. E picchi ben oltre il 65 % in alcuni mesi (come ad esempio a maggio). Le attività commerciali e turistiche sono state fornite degli appositi contenitori per la diversificazione dei rifiuti, ma in questo specifico caso si preferiva sversare i propri rifiuti in maniera abusiva in questo terreno agricolo. L’amministrazione comunale di Cariati, guidata dal Sindaco Filomena Greco, ci mette tutto l’impegno possibile ma se poi soprattutto chi ne trae maggiore vantaggio dalla pulizia e dalla nuova immagine del paese (commercianti ed operatori turistici) non rispettano le regole e riversano nei terreni e per le strade i resti delle loro attività diventa difficile continuare ad operare nel migliore dei modi.

Altre foto del terreno agricolo adibito a discarica in maniera del tutto abusiva

Commenta

commenti