Home / Breaking News / Cariati, quella bretella ancora chiusa

Cariati, quella bretella ancora chiusa

bretellaRepetita iuvant. Riceviamo continue sollecitazioni di cittadini del nostro comune, ma anche dalla vicina Terravecchia, circa la nuova strada che sembrerebbe finita, ma non viene aperta alla circolazione. Si tratta di quella strada denominata via di fuga, che collega Cariati a Terravecchia, bypassando il centro storico di Cariati.
Queste segnalazioni ci inorgogliscono e sono il segno che il nostro settimanale sta andando nella giusta direzione. Ma perché quella strada non viene aperta? Quali problemi ci sono? I lavori non sono ancora conclusi. Al momento è in fase di redazione una perizia di assestamento finale che prevede ulteriori migliorie sia sull’innesto superiore che inferiore.
Inoltre, essendosi verificati degli smottamenti nel tratto centrale (oggetto di altro appalto) la Direzione lavori ha già proposto al RUP di chiedere alla Provincia l’autorizzazione ad utilizzare il ribasso, per interventi di assestamento e rafforzamento delle gabbie di sostegno.
Quando tali lavori potranno essere conclusi e le opere consegnate al Comune, la bretella di collegamento potrà essere aperta, con forte risparmio nei tempi di percorrenza da e per l’entroterra e costituirà un valido tracciato alternativo di decongestionamento del traffico veicolare sulla SS106, nel tratto che attraversa l’abitato della Marina.
È quanto ci ha dichiarato il Sindaco di Cariati, Filippo Sero. Naturalmente questi chiarimenti non risolvono il problema ma, semmai, lo accentuano.
Non si capisce per quale strano destino, infatti, un’opera pubblica, una volta iniziata, non debba essere completata nei tempi previsti e debba andare a popolare il parco delle incompiute, di cui è pieno il nostro territorio.
Non è solo un problema politico-amministrativo, ma è questione di mentalità e cultura, che caratterizza tanta parte della nostra regione e ne ostacola la valorizzazione e lo sviluppo.

d. m.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*