Home / Breaking News / Cariati, la Greco scrive a Scura e Urbani

Cariati, la Greco scrive a Scura e Urbani

cariati

Il Sindaco di cariati, Filomena Greco

Disagi e carenze di servizi sanitari, il sindaco di Cariati Filomena Greco scrive ai commissari per la Sanità Massimo Scura e Andrea Urbani. Oggetto della missiva la richiesta di un incontro. “Come di certo saprete – si legge – i cittadini del comune che amministro e quelli dei paesi circostanti vivono ormai da anni in una situazione di forte disagio. Causata dalla carenza di molti servizi essenziali. Primo fra tutti, quello sanitario.  Si sono affannate a ipotizzare soluzioni e promesse. Da quando anni fa è stato dismesso l’Ospedale ‘V. Cosentino’ di Cariati. Che serviva un territorio vasto, abitato da migliaia di persone, istituzioni e politica. Promesse tutte puntualmente disattese”.

CARIATI, URGENTE NON PERDERE FINANZIAMENTO DA 9 MILIONI

“Credo sia arrivato il momento di rispondere in maniera responsabile alle necessità sanitarie del nostro territorio. Per questo, dopo essermi rivolta senza avere alcun esito sia al direttore generale dell’azienda sanitaria provinciale di Cosenza, Raffaele Mauro, nonché al presidente della Regione Calabria, l’onorevole Mario Oliverio, mi rivolgo a voi”. L’urgenza, spiega la sindaca, è quella di non perdere un finanziamento da 9 milioni di euro. Stanziati più di un anno fa per un progetto, la Casa della Salute, che non è mai partito. Se quei soldi tornassero indietro, la popolazione e il territorio subirebbero “l’ennesimo ed irreparabile danno”.

LA SITUAZIONE E’ DI ENORME DEGRADO

E poi, fa notare Greco, come se non bastasse, nelle strutture attualmente attive “esisterebbe una situazione di enorme degrado”. Riguardo alla quale è stato già chiesto un sopralluogo congiunto al direttore generale dell’Asp e al direttore sanitario del distretto. Chiede, quindi, ai commissari di individuare insieme “concrete soluzioni”. E invita Scura e Urbani a raggiungere Cariati. “Ve ne saremmo veramente grati”, dice. Poi aggiunge che in alternativa ci si potrebbe accordare per un incontro presso “i vostri uffici”. “Sono certa – conclude Greco – che accoglierete favorevolmente il mio invito. Perché a voi tanto quanto a me sta a cuore la possibilità di garantire a tutti il diritto fondamentale alla salute”.

 

Commenta

commenti