Home / Attualità / Cariati ha festeggiato il suo santo patrono

Cariati ha festeggiato il suo santo patrono

cariatiIl Santo Patrono di Cariati, San Leonardo Abate, ieri è stato festeggiato da tutta la città. Sia con i consueti riti religiosi che civili. Ieri mattina messa nella cattedrale con il Sindaco Filomena Greco e tutta l’amministrazione comunale. Messa celebrata dall’arcivescovo della Diocesi Rossano-Cariati, Mons. Giuseppe Satriano. Che dopo la celebrazione della messa ha consegnato simbolicamente le chiavi della città nelle mani del Santo. Presenti anche le Forze dell’Ordine e altri Sindaci del circondario. Nel pomeriggio la statua del Santo è stata portata alla Marina di Cariati. Accompagnata dalla banda musicale “Città di Cariati” e animata dal parroco don Mosè Cariati, della parrocchia Cristo Re.

CARIATI, SATRIANO: MOMENTO STORICO DIFFICILE

Mons. Satriano, durante la sua intensa omelia, ha ricordato, tra l’altro, ai numerosissimi fedeli presenti in Cattedrale, che “il momento storico in cui viviamo è difficile perché ci pervade e ci distrugge l’egoismo: chi ha non vuole dare, chi ha vuole trattenere, per cui nei confronti dei poveri, siamo chiamati a proporre gesti autentici e concreti ricchi di significato”. San Leonardo (496-559), nacque in Gallia da una famiglia di nobili franchi, nel villaggio di Corroi presso Orlèans. Della giovinezza di Leonardo non si hanno molte notizie. Si sa solamente ch’egli lasciò la carriera cavalleresca, per dedicarsi alla vita ascetica nella foresta di Pauvain, nel Limosini, dove fondò il suo eremo. In Calabria è patrono anche di Trebisacce e Portigliola (Rc).

Commenti