Home / Attualità / Cariati: abbandono di rifiuti, l’Amministrazione Comunale presenterà denuncia contro ignoti

Cariati: abbandono di rifiuti, l’Amministrazione Comunale presenterà denuncia contro ignoti

Decoro e tutela immagine della Città, appello alla stragrande maggioranza di cittadini puliti, onesti e corretti: denunciare abusi ed irregolarità: difendere il patrimonio comune

A dichiarare tolleranza zero contro gli sporcaccioni e a chiedere maggiore collaborazione a beneficio di tutti è il Sindaco Filomena Greco che sin dal suo insediamento sta effettuando sopralluoghi a catena oltre che negli uffici e nei quartieri, in tutte le zone interessate da interventi di riparazione di rotture idriche e di pulizia e taglio dell’erba; queste ultime avviate questa mattina, giovedì 2 luglio. Il Primo Cittadino coglie l’occasione per scusarsi per il ritardo determinatosi, non solo a Cariati, ma a livello nazionale, a causa dell’emergenza Covid.

Nonostante l’emergenza dei rifiuti che pesa indistintamente su tutti i piccoli e grandi centri della Calabria – sottolinea il Sindaco – l’Amministrazione Comunale sta facendo di tutto per tenere pulito l’intero perimetro cittadino, quartiere per quartiere. È demoralizzante ed intollerabile che contro quest’impegno, attenzione ed azione costanti vi siano cittadini che spudoratamente e anche alla luce del sole, non solo non fanno la corretta differenziata, ma sporcano platealmente tutti gli spazi pubblici.

Quella a cui siamo costretti ad assistere, per fortuna per responsabilità di pochi, è una fotografia vergognosa ed incivile in spregio al decoro e all’immagine della collettività impegnata tutti i giorni insieme all’Amministrazione Comunale a differenziare, a rispettare orari di conferimento e calendario, a contribuire da cittadini attivi e non di parte alla tutela dell’immagine e del potenziale turistico della nostra destinazione. L’appello è rivolto anche agli operatori – conclude che sono le principali vittime di questo oltraggio quotidiano: bisogna reagire con ogni iniziativa contro il tentativo di pochi di inquinare il patrimonio comune.


 

Commenta

commenti