Home / Breaking News / Cardiologia, Stasi: inutile è stato solo l’immobilismo di questi anni

Cardiologia, Stasi: inutile è stato solo l’immobilismo di questi anni

Ancora botta e risposta tra il sindaco e l’opposizione sulla chiusura della cardiologia sullo Spoke di Corigliano Rossano. Per il momento a porre la chiosa sulla questione è lo stesso primo cittadino Flavio Stasi. Di seguito le sue dichiarazioni: 

Bene hanno fatto i consiglieri di opposizione a sottolineare la celerità e l’efficacia dell’intervento di queste ore. La nota, tuttavia, caratterizzata da un apprezzato spirito costruttivo, è imprecisa rispetto agli esiti dell’incontro, soprattutto nel titolo.

Esattamente per l’importanza del servizio di terapia intensiva, infatti, gli interventi che abbiamo chiesto con celerità – e per i quali avremo riscontro nei prossimi giorni – sono tesi a ripristinare progressivamente l’intera funzionalità del reparto.

Ovviamente non sta a noi decidere l’allocazione precisa dei servizi: ciò che deve essere garantita è la piena operatività dell’Unitò di Cardiologia e per questo non saremo soddisfatti – e continueremo l’azione istituzionale – fin quando non saranno ripristinati tutti i servizi.

Totalmente condivisa l’esigenza di una forte pressione per l’avvio dei lavori di realizzazione del nuovo ospedale, che è del resto già stata condivisa dal Consiglio Comunale e che, insieme alle assunzioni di personale medico ed all’esigenza di una governance chiara, è stata inserita nel documento della conferenza dei sindaci.

Sia chiaro, non abbiamo ancora ottenuto nulla, ma è bene che l’intera comunità ionica che si serve dello Spoke Corigliano-Rossano sappia come, tra mille difficoltà, c’è una classe dirigente che – auspicabilmente senza distinzioni di schieramento – non lascia che servizi fondamentali come la Sanità continuino silenziosamente ad andare in malora, e che non resta neanche un minuto con le mani in mano”.


Commenta

commenti