Home / Breaking News / Caracciolo su Futur-E: delibera solo timido inizio

Caracciolo su Futur-E: delibera solo timido inizio

caraccioloFutur-E/Enel, Tonino Caracciolo di RossanoFutura invita a riflettere seriamente sulla questione. Chiamando in causa l’amministrazione comunale rossanese. Affinché la delibera sia l’inizio di un percorso concreto. In cui, come si legge nella nota:

1 Enel deve fornire dati certi sulla bonificazione del suolo e dei corpi idrici.
2 Enel deve assumersi gli oneri e dare tempi certi e brevi circa lo smontaggio dei gruppi.
3 Occorre attivare immediatamente un tavolo con il Governo e le sue agenzie, come Invitalia, e la Regione Calabria. Sui temi del concorso pubblico all’investimento e delle infrastrutture materiali e immateriali.

CARACCIOLO: SFATARE IL RISCHIO CHE FUTUR-E SIA SOLO UNA SCATOLA VUOTA

Senza quesito tre presupposti , Future-E sarà solo una scatola vuota. E, dunque, l’ultima beffa per una città che ne ha già subito fin troppe. Dalla sanità alla giustizia, tanto per citarne solo due. E’ per queste  ragioni che l’Amministrazione Comunale deve uscire immediatamente dal pantano in cui vivacchia ormai da 7 mesi. Il Sindaco si dedichi a tempo pieno alle drammatiche questioni poste da una crisi economica e sociale che non da tregua in un incontro con tutti i Sindaci del territorio. Con i quali va elaborata una precisa piattaforma ed un immediato confronto  con la Regione Calabria. RossanoFutura pensa che siano maturi i tempi di un impegno civico comune. Che rimanendo immutati i ruoli, ci vedano insieme in un tentativo di riscatto.

Vogliamo discuterne seriamente? RossanoFutura lancia l’invito e continua la sua azione. In coerenza agli impegni assunti con la Città.

Commenta

commenti