Home / Breaking News / I Carabinieri presentano il Calendario Storico e l’Agenda Storica 2020

I Carabinieri presentano il Calendario Storico e l’Agenda Storica 2020

Nella mattinata, alle ore 11:30, presso la sede del Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza,  verranno presentati il Calendario Storico e l’Agenda Storica 2020 dell’Arma dei Carabinieri.

Il calendario dell’Arma, pubblicato dal 1928, con un’unica interruzione dovuta al secondo conflitto mondiale, è diventato per l’Italia intera un oggetto di culto, con una tiratura che ormai da molti anni supera il milione di copie. L’edizione 2020 è ”narrativa”, da leggere. Racconta del quotidiano eroismo dei carabinieri, attraverso le tavole realizzate dall’artista Mimmo Paladino, tra i massimi autori contemporanei, celebre esponente della transavanguardia, accompagnate da toccanti testi di Margaret Mazzantini, scrittrice di fama mondiale, che con la sua prosa incisiva ha trasformato vicende reali in toccanti storie.

L’agenda, al quarantunesimo anno di pubblicazione, è stata pensata sul tema “Il Centenario della Scuola Marescialli e della nascita di Salvo D’Acquisto”. I contenuti sono fruibili  tramite codici QR, leggibili con smartphone e tablet, che rimandano alle pagine del sito www.carabinieri.it e dei social network istituzionali. Altri codici QR consentono l’accesso a varie notizie sull’Arma, sulla sua storia e sui periodici: “Il Carabiniere”, la “Rassegna dell’Arma”, il “Notiziario Storico” e “#Natura”.

La manifestazione sarà inoltre occasione per presentare altre due sempre più apprezzate opere editoriali: il Calendarietto da tavolo 2020, dedicato a “I carabinieri nelle principali piazze e mercati d’Italia”; il Planning 2020 che racconta la Banda dell’Arma dei Carabinieri nel centenario dell’attuale denominazione.

Il ricavato dalla vendita del Calendarietto da tavolo  e del Planning 2020  sarà, rispettivamente, devoluto all’Opera Nazionale Assistenza Orfani Militari Arma Carabinieri (ONAOMAC) ed all’Ospedale pediatrico “Meyer” di Firenze.


 

 

Commenta

commenti