Home / Breaking News / Candiano: su patrimonio M5S in ritardo

Candiano: su patrimonio M5S in ritardo

candianoReplicando a una nota stampa del Meetup Rossano Pentastellata che puntava il dito contro una strana gestione del patrimonio immobiliare comunale, l’assessore al bilancio Nicola Candiano sottolinea come non sia la prima volta che “il Movimento 5 Stelle di Rossano si cimenta in suggerimenti all’Esecutivo. Di questa propensione, sulla cui buona fede non abbiamo ragione di dubitare, siamo grati ai grillini locali. Essi dimostrano quanto meno impegno ed approfondimento. Tuttavia, molto spesso tardivi e non esaustivi.
Gli interventi mediatici dei pentastellati, con informazioni e dati parziali, arrivano sistematicamente dopo che l’Amministrazione Comunale si è già attivata in merito. Così come è accaduto anche da ultimo sulla definizione agevolata delle pendenze tributarie comunali e sulla gestione del patrimonio del Comune.

CANDIANO: DISATTENZIONE COMPRENSIBILE

Il ricorso alla definizione agevolata delle pendenze comunali – continua l’assessore – è infatti già in fase di istruzione da parte dei competenti uffici comunali per come io stesso ho avuto modo di annunciare e spiegare in consiglio comunale oltre due settimane fa. Purtroppo, la lontananza dei grillini dalle sedi deputate alla rappresentanza democratica dei cittadini produce una comprensibile disattenzione. Che ci consente, tuttavia, di ritornare sugli argomenti a beneficio di tutti. Per quanto riguarda il secondo tentativo di suggerimento sfugge purtroppo ed ancora una volta al M5S che l’Esecutivo Mascaro ha già approvato un atto di indirizzo che riporta il patrimonio, la sua gestione e la sua valorizzazione nel quadro più naturale e funzionale dell’amministrazione del bilancio.

CANDIANO: GIA’ OPERATA RICOGNIZIONE COMPLETA DEL PATRIMONIO

Come è noto, con la passata gestione amministrativa il patrimonio era stato erroneamente inquadrato, invece, nell’ambito dei lavori pubblici, sottovalutandosi di fatto la natura economica dei beni pubblici, la cui non efficiente gestione o non gestione ha prodotto disordine, disparità di trattamento e soprattutto mancati introiti di cui l’attuale amministrazione comunale si sta occupando. In parallelo – va avanti – è in corso di organizzazione il relativo nucleo operativo ed è stata già operata una ricognizione completa del patrimonio e del suo stato di utilizzazione e valorizzazione. Tra i miei primi atti di indirizzo è stata sospesa ogni nuova assegnazione o concessione sia a titolo gratuito che oneroso, essendo in corso di definizione i relativi criteri, anche modificando, se necessario, l’attuale regolamentazione.

Commenti
Inline
Inline