Home / Attualità / Campana: ufficializzate le procedure per i buoni spesa

Campana: ufficializzate le procedure per i buoni spesa

Come riportato dall’ordinanza della Protezione Civile n. 658, il Comune di Campana è stato dotato della somma di 14.682,27 € da destinare all’uso di buoni spesa per sostegno alimentare alle famiglie in difficoltà a causa dell’Emergenza epidemiologica da COVID-19. Un gesto di concretezza che permetterà alle nostre famiglie di tirare il fiato e di sentire un po’ meno il peso della crisi legata allo stop forzato delle attività lavorative. Non si tratta di misure di contrasto a situazioni di povertà assoluta o relativa ma hanno finalità esclusivamente emergenziale atte a sopperire alle necessità delle famiglie legate all’emergenza in corso, famiglie che non sono in condizioni di poter reperire beni di prima necessità.

Nella giornata di ieri si è conclusa anche la manifestazione di interesse dedicata alle attività commerciali cittadine interessate ad aderire all’iniziativa. Nonostante la fase emergenziale il Comune di Campana ha predisposto ogni cosa per la terza fase che è partita oggi, quella delle richieste di ricezione dei buoni spesa da parte delle famiglie. Dalla giornata di oggi infatti i moduli di partecipazione saranno pubblicati sul sito del Comune di Campana, nella sezione Albo Pretorio On line, e sulla pagina Facebook Istituzionale del comune.

Per la partecipazione sarà necessario compilare il modulo e allegare copia del documento d’identità del richiedente. Le domande possono essere inviate entro le ore 12 di martedì 7 aprile 2020 all’indirizzo PEC del comune protocollo.campana@asmepec.it o all’indirizzo mail della segreteria segreteriacomcampana@libero.it.

«In questo momento critico una misura del genere è un segnale di speranza – ha commentato il sindaco di Campana Agostino Chiarello – continuiamo a lavorare giorno e notte al fine di mitigare per quanto possibile i disagi della popolazione. Stiamo facendo tutto ciò che è in nostro potere, anche se i comuni sono quelli che stanno subendo di più questa crisi, ma ne usciremo se ognuno farà la propria parte, cercando di non lasciare indietro i più fragili e i più deboli».


 

Commenta

commenti