Home / Breaking News / Calopezzati: piccola realtà, grandi ambizioni

Calopezzati: piccola realtà, grandi ambizioni

municipio-calopezzatiGrandi soddisfazioni per l’Amministrazione Comunale di Calopezzati guidata dal Sindaco Franco Cesare Mangone, dopo poco più di tre anni e mezzo dall’inizio di questa esperienza politico-amministrativa, caratterizzata da una grande vitalità ed un forte dinamismo, pur tra tante difficoltà.

Infatti, grazie anche ai finanziamenti pubblici ottenuti,  per un totale di € 1.800.000,00, frutto di una ricerca sistematica sul web e di una costante cura dei rapporti istituzionali, Calopezzati sta avviando tutta una serie di lavori che vanno dal recupero e risanamento  energetico  di edifici comunali vari, ai sostanziosi interventi di manutenzione straordinaria degli edifici scolastici, alla cura del patrimonio storico e paesaggistico, come il ripristino e la fruibilità delle fontane storiche, alla realizzazione della rete WI-FI su tutto il territorio comunale. A questi lavori di ampia portata si aggiungono tutta una serie di piccoli interventi, spesso dettati dall’emergenza, come i lavori di sistemazione idraulica della rete idrografica minore (fosso Cuppo), interventi per aumentare la capacita delle risorse idriche (acquedotto rurale località Vigne), interventi di bitumazione di varie strade comunali.

Ma accanto agli interventi materiali, che mostrano l’aspetto più visibile  dell’attività amministrativa, l’azione politico-amministrativa ha avviato le premesse per il raggiungimento di due importanti obiettivi  per la  vita pubblica e privata dei cittadini. Il riferimento è all’aggiornamento del Piano Comunale di Protezione Civile e, soprattutto, alla redazione del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES),  di cui è dotato meno del 10% dei comuni calabresi, con il quale questa cittadina ha preso un impegno, attraverso il Patto dei Sindaci, con la Comunità Europea di ridurre  le emissioni di CO2 sul proprio territorio di almeno il 20% entro il 2020 .  Due iniziative che hanno, intanto un carattere intrinsecamente culturale e di comportamento civico, poi,   a medio e lungo periodo il loro effetto si tradurrà in una consistente riduzione dei rischi che si prospettano nei prossimi anni: il rischio idrogeologico e sismico e gli effetti disastrosi legati ai cambiamenti climatici .  Lo stesso taglio concettuale che troviamo nel redigendo  PSA (piano strutturale associato), in fase di redazione insieme ai  comuni di Crosia, Rossano, Corigliano e Cassano, dove si è cercato di contenere il più possibile la trasformazione del suolo. Nella realizzazione degli obiettivi del PAES vanno gli investimenti fatti nel risanamento energetico delle strutture pubbliche e la riduzione della quantità di rifiuti indifferenziati (direttamente connessa alla riduzione di CO2), con i primi risultati decisamente soddisfacenti della raccolta differenziata (porta a porta).

Gli impegni che ci aspettano fino alla fine del quinquennio amministrativo (primavera del 2016) saranno molto gravosi ma stimolanti, anche alla luce della nuova programmazione comunitaria (Horizon 2020), dove gli investimenti sul Sociale (formazione, lavoro, servizi) e sull’innovazione tecnologica, in particolare quella riferita alle politiche energetiche,  saranno predominati, e Calopezzati vorrà essere  protagonista, nel suo piccolo, nell’Europa del Futuro, rafforzando la sua rete sociale, contro il disagio e l’emarginazione, continuando ad investire ed a sostenere le iniziative e le opportunità, pubbliche e private, che mirano a migliorare l’assetto sociale, economico e culturale della comunità.

Ma la vocazione europea, oltre a professarla, si deve concretizzare.  E’ ciò che si è fatto negli incontri istituzionali avuti dall’ 11 al 15 settembre a  Sunden (Germania), dove una delegazione calopezzatese  ha incontrato le autorità locali, a consolidare le prerogative e gli obiettivi del gemellaggio tra le due realtà cittadine. E’ ciò che si è fatto, ancora,  sostenendo come Amministrazione,   “Incredible Place Event” che si è svolto a Calopezzati presso gli spazi dell’azienda “Tessitura Bossio” di  Enzo Bossio,  dal 29 settembre al 3 ottobre, dove un nutrito gruppo di imprenditori europei, soprattutto tedeschi,  attraverso la Luco Italia Srl di Natalino Labate e Enzo Bossio  che ha organizzato l’evento,  ha incontrato il mondo produttivo di questo territorio e  le eccellenze  del  basso ionio cosentino.

Ci sia consentito, infine,  di evidenziare con orgoglio, la X Festa Nazionale Dei Piccoli Comuni D’Italia e la  XV Assemblea Nazionale A.N.P.C.I., che si è svolta agli inizi di settembre di quest’anno, con Calopezzati protagonista, avendo organizzato ed ospitato  l’evento, patrocinato  della Presidenza del Consiglio dei Ministri e con  Targa del Presidente della Repubblica.

Questa importante manifestazione ha coronato una vivace ed intraprendente  stagione estiva, contrassegnata da moltissime presenze turistiche , visitatori e bagnanti, che hanno avuto modo di apprezzare la qualità dei servizi ed il decoro urbano, del centro storico e della marina.

Il Sindaco di Calopezzati:  Franco Cesare Mangone

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*